Ominide 8039 punti

L’alluminio (Al), metallo leggero; biancastro; duttile e malleabile (alluminio in fogli) è molto abbondante in natura nei suoi composti, di cui il più importante è la bauxite. Molto usati sono i suoi silicati: caolino, per la fabbricazione della porcellana; argilla, per maioliche e mattoni, ed anche il suo ossido, corindone, durissimo, usato come abrasivo.
Al naturale è assai impiegato nelle industrie meccaniche in genere, nell’utensileria domestica (pentole e contenitori), nell’edilizia, nell'arredamento, negli imballaggi.
Di estrema importanza sono le sue numerose leghe (di solito con magnesio, silicio, zinco, rame, manganese, cromo), fra cui ricordiamo il duralluminio, l’anticorodal, l’avional. Per le loro doti di leggerezza (sono dette infatti leghe leggere) accoppiate alla resistenza all’abrasione ed agli agenti atmosferici, esse sono preziose nelle industrie automobilistica ed aeronautica.
Lo stagno (Sn), metallo argenteo, molto malleabile (fogli di stagnola), fusibilissimo, non è alterato dagli agenti atmosferici e dagli acidi organici; è usato in lega col rame (bronzo) o col piombo (lega per saldatori).

Serve comunemente per ricoprire e proteggere il ferro dall’ossidazione {ferro stagnato o latta) e il rame dalla formazione del verderame (stagnatura dei recipienti di cucina), oltre che per contenitori (scatole, tubetti, ecc.) e rivestimenti di ogni tipo.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email