Bannato 144 punti

Effetti del movimento sull'apparato scheletrico

Nello scheletro è possibile osservare un effetto sicuramente dannoso dell'immobilità: l'osso di un arto immobilizzato si indebolisce a causa della riduzione del contenuto in calcio, con aumento della fragilità e quindi rischio di fratture. E' stato osservato che l'esercizio fisico mantiene le ossa resistenti, contribuendo a prevenire e ridurre il loro indebolimento connesso all'età e legato alla diminuzione del calcio osseo.
E' stato dimostrato che se i ragazzi praticano una regolare attvità motoria, si riduce l'incidenza dei paramorfismi dell'età evolutiva, questi sono rappresentati da tutte quelle piccole alterazioni della normale forma del corpo che possono causare, se protratte nel tempo, atteggiamenti scorretti.
Non ci sono studi che attestino che la pratica sportiva possa aumentare la statura di un giovane, sono invece più probabili maturazioni sessuali diverse e di conseguenza, a parità di anagrafica stature diverse.

Attenzione, però, perché anche l'eccessivo movimento può causare danni a uno scheletro in crescita. Se l'esercizio fisico è inadeguato potranno instaurarsi dei processi infiammatori che si potranno manifestare con dolori.
Allenamenti inadeguati, durante l'età evolutiva, possono causare patologie dette da sovraccarico.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Motoria per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email