Velocità o Rapidità in educazione fisica

In educazione fisica la velocità è data dal rapporto tra lo spazio e il tempo, mentre nello sport, la velocità è quella capacità motoria che ci permette di eseguire un esercizio o gesto atletico nel minor tempo possibile.
La velocità è legata ad un fattore genetico, infatti dipende dall'individuo se possiede più muscoli con fibre bianche, e anche ad un fattore nervoso, infatti quando ci sono casi di doping, questa non viene assunta per avere una maggiore resistenza, ma viene assunta appunto per migliorare i tempi di reazione del sistema nervoso.

I fattori che determinano la velocità sono:
1) Il sincronismo neuromotorio.
2) Quantità di fibre bianche presenti nei muscoli.
3) Forza veloce.
4) L'elasticità muscolare.
5) Corretta esecuzione del gesto atletico

Il periodo migliore per aumentare la velocità è quello prima della pubertà, perché è possibile trasformare una parte delle fibre lente (fibre rosse), in fibre veloci ( fibre bianche).

Per allenare la velocità è necessario che anche le altre qualità fisiche siano in buona condizione, in modo da eseguire in una maniera migliore gesti veloci senza difficoltà e con meno dispendio di energia possibile.
La velocità si sviluppa sopratutto facendo gesti motori veloci e con la corretta esecuzione, seguiti da esercizi di stretching.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email