Ominide 50 punti

La staffetta

La corsa a staffetta nasce come idea alla fine dell' 800 in una università della Pennsylvania.
Ogni squadra, allora, era formata da quattro atleti che dovevano percorrere ciascuno un miglio, tenendo in mano un bastoncino di legno cilindrico.
Nei decenni successivi la lunghezza della gara si ridusse, il miglio fu sostituito prima dai 400 metri, poi, dai 100.
Come si gioca
In questo gioco, il primo giocatore di ogni squadra parte, raggiunge il fondo del campo, torna indietro, dà il cambio al secondo e va a mettersi in fondo alla fila formata dai compagni. Il secondo fa la stessa cosa, dando poi il cambio al terzo e così via. Quando il primo giocatore si trova di nuovo in testa alla fila, riparte, compiendo stavolta il percorso su un piede solo. Al suo ritorno riparte il secondo giocatore e così via. Quando l’ultimo giocatore della squadra torna tra i compagni saltando su un piede, il primo parte per la terza volta, saltando stavolta a piedi uniti. Quando tutta la squadra, a turno, ha compiuto il suo percorso a piedi uniti, il primo giocatore parte per la quarta e ultima volta, procedendo all’indietro, a quattro gambe e con la schiena voltata verso il terreno, movendosi cioè sulle palme delle mani e sulle piante dei piedi. Sempre a staffetta, i suoi compagni di squadra lo imitano. Vince la squadra che termina per prima le sue quattro serie di percorsi.

Una squadra può essere squalificata per i seguenti motivi.
• Perdita del testimone.
• Errore nel passaggio del testimone.
• Alla seconda falsa partenza o alla prima se un corridore ne ha già fatta una.
• Disturbo di un altro corridore.
• Impedimento del passaggio del testimone di un altra squadra.
• Uscita dalla propria corsia o altri danneggiamenti agli avversari

Registrati via email