Le sostanze stupefacenti e il doping


Droghe

• Sono agenti psicotropi, ossia sostanze chimiche naturali o artificiali che, agendo sul sistema nervoso centrale, provocano mutamenti psichici e il cui uso provoca danni di vario genere all’organismo.
• Creano dipendenza di tipo:
Fisica: quando l’interruzione del consumo provoca disturbi fisici.
Psichica: quando nel soggetto si crea un angoscioso bisogno di procurarsela.

Doping
• Consiste nell’assunzione illegale di farmaci o droghe allo scopo di migliorare le prestazioni atletiche in vista di una competizione agonistica.
• L’abuso di queste sostanze causa gravi danni alla salute, talvolta irreversibili.
• Obiettivi: 1) proteggere la salute degli atleti; 2) salvaguardare la correttezza della competizione sportiva.

Elenco di farmaci proibiti stilato dal Cio (Comitato internazionale olimpico).

Anabolizzanti:

• Steroidi anabolizzanti: sostanze sintetiche, di comportamento simile al testosterone.
Favoriscono la sintesi proteica e portano all’aumento della massa muscolare -->
--> Allenamenti più intensi, diminuzione massa grassa, aumento forza e resistenza.
L’assunzione prolungata crea impotenza sessuale, riduzione dei livelli di testosterone e atrofia testicolare.
Nelle donne riduzione del seno, crescita peluria, abbassamento tono di voce.
In entrambi: rottura dei tendini, infarto, trombi, tumori, depressione, arresto della crescita , disfunzione del fegato e del pancreas e diabete.
Più famoso anabolizzante è il nandrolone, utilizzato per “gonfiare” i muscoli.

Ormoni (sintetici)
• Ormone della crescita (GH): prodotto dell’ipofisi.
Obiettivi: incremento massa muscolare per culturismo e sollevamento pesi.
Effetti collaterali: infarto, diabete e tumori.
• Corticotropina (ACTH): prodotto dell’ipofisi.
Obiettivi: supportare condizioni di stress, incidenti e traumi.
Effetti collaterali: osteoporosi, ritenzione idrica, ulcera, obesità e diabete.
• Gonadotropina corionico: prodotto della placenta.
Obiettivi: stimola la sintesi di testosterone.
Effetti collaterali: come gli anabolizzanti.
• Eritropoietina (EPO): prodotto del rene.
Obiettivi: stimola la produzione di globuli rossi --> maggiore ossigeno.

Effetti collaterali: ostruzione di capillari e arterie, ipertensione, cardiopatie, malattie ematologiche, disfunzioni renali e aplasia midollare.

Altre sostanze dopanti:

• Stimolanti: anfetamina, cocaina e caffeina.
Migliori prestazioni in minor fatica.
Non si riesce a valutare l'intensità dello sforzo --> superamento dei limiti --> lesioni gravi.
• Narcotici: oppio e derivati.
Eliminano la sensibilità al dolore.
• Diuretici: forte eliminazione di liquidi --> perdita di peso lasciando intatta la massa muscolare.
Provocano danni all'apparato circolatorio e disidratazione.
• Betabloccanti: rallentano il battito cardiaco non facendo sentire la reale fatica.
Provoca disturbi del sonno, asma, allucinazioni e arresti cardiaci.

Integratori
• Sono sostanze utilizzate per reintegrare l'apporto di vitamine aminoacidi, sali minerali, carnitina e creatina.
• Aminoacidi: 8 dei 20 aminoacidi costitutivi delle proteine devono essere introdotti tramite l'alimentazione.
Aumentano la massa muscolare e portano a una maggiore sopportazione della fatica.
• Carnitina: rilevante nel metabolismo degli acidi grassi.
Ottimizza il lavoro del muscolo sotto sforzo.
• Creatina: favorisce la sintesi di ATP, permettendo di aumentare durata ed intensità dell'allenamento.
Può provocare danni renali.

Registrati via email