Ominide 1016 punti

La resistenza

È la capacitá di protrarre un'attività fisica nel temposenza che diminuisca l'intensità di lavoro. Un alto livello di resistenza mantiene alto il livello agonistico e le capacità tecniche.

CLASSIFICAZIONE PER QUANTITÀ E TIPO DI MUSCOLI COINVOLTI

-Resistenza generale: apparato cardio-respiratorio e gran parte dei muscoli;
-Resistenza locale: limitata parte della muscolatura;
-Resistenza specifica: usata per eseguire il gesto di gara di alcune discipline.

CLASSIFICAZIONE PER MECCANISMI ENERGETICI

-Resistenza aerobica: il lavoro muscolare proviene dalla combustione di glucidi (sono degli zuccheri) e grassi e può essere protratto a lungo ed è un processo economico che non dà tensioni;
-Resistenza anaerobica: trasforma i substrati in assenza di ossigeno. È sollecitato il meccanismo lattacido. Le tensioni hanno intensità bassa.

La loro importanza varia a seconda della durata e intensità della forza.
CLASSIFICAZIONE DELLA DURATA

-Di lunga durata: attività aerobica con impegno di apparati cardiocircolatorio e respiratorio. Durata da 8 minuti a 2/3 ore;
-Di media durata: meccanismo aerobicoe anaerobico-lattacido. Da 2 a 8 minuti;
-Di breve durata: predomina meccanismo anaerobico-lattacido. Richiede resistenza alla forza e velocità. Dura da 45 a 120 secondi circa.

ALTRE FORME DI RESISTENZA

-Resistenza alla forza: capacità dell'organismo ad opporsi alla fatica. È sollecitata in discipline con gesti ciclici;
-Resistenza alla velocità: capacità del muscolo a lavorare a lungo a velocità vicine alla sua massima.

FATTORI DELLA RESISTENZA

-Fattori fisiologici: dipendono dalla capacità di trasmettere ossigeno ai muscoli (componenti centrali) e di distribuire sangue ai muscoli più impegnati (componenti periferiche);
-componenti centrali:~efficenza dell'apparato cardiocircolatorio e respiratorio;
~Contenuto di ossigeno nel sangue;
~Contenuto di fonti energetiche nel sangue
-componenti periferiche:~alta percentuale di fibre I nei muscoli ;impiegati
~Livello di vascolarizzazione muscolare;
~Capacità di assorbimento e sfruttamento dell'ossigeno
(Dipende dai mitocondri e funzionalità enzimatica);
~Capacità di immagazinamento e trasformazioni di fonti
energetiche.

-Fattori tecnici: ~preparazione per il lavoro;

~automatizzazione del movimento;
~economicità del gesto;
~distribuzione dello sforzo;
~coordinazione dei movimenti.

-Fattori psicologici: ~interesse per l'attività;
~capacità volitiva e motivazione;
~impegno;
~stimoli esterni.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email