Ominide 1603 punti

Salto in lungo

Introduzione:

Ogni atleta deve saltare prima e non oltre la linea di stacco posta al termine di una pedana di 45 metri, per atterrare in una buca di sabbia.
Ogni atleta ha a disposizione 3 salti; i 12 atleti che in questi 3 salti (definiti di qualifica) hanno raggiunto la distanza maggiore hanno a disposizione altri 3 salti (definiti di finale).
Vince l’atleta che salta la distanza maggiore, misurata dalla linea di stacco all’estremità posteriore dell’impronta lasciata dal corpo sulla sabbia.

Il gesto tecnico:

La rincorsa è generalmente di 14/16 passi, gli ultimi 3 servono a dare la spinta al salto.
La fase di volo deve iniziare con l’ultimo passo prima della linea di stacco (una striscia di plastilina posta dopo la linea rivela l’eventuale impronta della scarpa, se il salto viene effettuato dopo la linea).

In volo di può adottare la tecnica dei passi in cui si simula una sorta di camminata nell’aria o del veleggio, in cui il saltatore porta immediatamente entrambe le gambe avanti.
L’atterraggio deve avvenire sui talloni, proiettando il corpo in avanti per evitare di lasciare impronte con le mani o la schiena posteriormente (da cui si prende la misura di salto).

L'allenamento:

Esercitarsi a saltare da fermo più lontano possibile sulla sabbia, facendo molta attenzione all'atterraggio: i segni dei talloni devono essere i più arretrati sulla sabbia (niente mano appoggiata indietro in caduta!).
Provare rincorse sempre più lunghe ponendo dei segni che marchino i punti del penultimo e dell'ultimo passo.

Registrati via email