Ominide 1603 punti

Baseball - Svolgimento della gara

Squadre e giocatori
Nel baseball si affrontano due squadre di 9 giocatori ognuna, ma non tutti scendono in campo.
Nella fase di attacco entra in campo un battitore per volta, nella fase di difesa sono in campo tutti e nove i giocatori.
I ruoli dei giocatori sono definiti solo in fase di difesa (un lanciatore, un ricevitore, tre uomini sulle basi – detti prima, seconda e terza base – , uno fra le basi, l’interbase, e tre sul perimetro esterno del campo, gli esterni).
In attacco gli stessi giocatori sono tutti battitori.

Scopo del gioco
Lo scopo del gioco è segnare più punti dell’avversario, ma a differenza di quasi tutti gli sport di squadra, nel baseball vi sono due fasi molto ben distinte: quella in cui una squadra (A) attacca (avendo la possibilità di segnare punti) e l’altra (B) si difende, e quella in cui si invertono le parti: B attacca e A si difende.

Una fase di attacco e una di difesa costituiscono un inning.
La partita è formata da 9 inning.
Questo vuol dire che ogni squadra andrà in attacco 9 volte e dovrà difendersi 9 volte.

Attacco
La squadra che attacca inizia con un solo giocatore in campo: il battitore, che si colloca sul piatto di casa base.
Di fronte a lui sta il lanciatore (o pitcher) avversario e alle sue spalle il ricevitore (o catcher) avversario.
Egli cercherà di “intercettare” (battendola con la mazza) la pallina lanciata dal lanciatore al proprio ricevitore.
Se riuscirà a battere la pallina, il battitore dovrà correre verso la prima base: se riuscirà a raggiungerla prima che gli avversari riescano a recuperare la palla e lanciarla al difensore che presidia la prima base sarà “salvo” e resterà sulla prima base.
Se la battuta è molto lunga, il battitore può avere il tempo per raggiungere anche la seconda o addirittura la terza base.
Se la battuta spedisce la palla fuori campo, potrà compiere un intero giro: prima, seconda, terza base e casa base.
Quando un giocatore compie tutto il giro e tocca nuovamente casa base segna un punto.
Se il giocatore che ha appena battuto si ferma su una base, toccherà ad un suo compagno andare in battuta a sua volta.
Se egli riuscirà a battere la pallina, entrambi possono correre fino alla base successiva, e così via, fino ad arrivare a casa base.
Se, durante la corsa tra una base e l’altra, vengono toccati da un difensore con la pallina, sono eliminati.

Il battitore è eliminato anche se, dopo aver battuto la pallina, questa viene presa al volo da un difensore.
Se il battitore non riesce a colpire la pallina girando la mazza a vuoto per tre volte compie tre strike e viene eliminato.
Quando di una squadra in fase di attacco vengono eliminati tre battitori, il turno d’attacco finisce e la squadra in attacco va in difesa: tocca all’altra squadra attaccare.

Difesa

La squadra che si difende mette in campo 9 giocatori (gli stessi che a uno a uno parteciperanno poi alla fase di attacco): un lanciatore, un ricevitore, tre uomini sulle basi (detti prima, seconda e terza base), uno fra le basi (interbase) e tre sul perimetro esterno del campo (esterni).
Come abbiamo visto, gli uomini in campo hanno il compito di prendere la pallina eventualmente colpita dal battitore e lanciarla velocemente sulla base che esso sta per raggiungere, allo scopo di eliminarlo.
Il gioco comincia quando il lanciatore (pitcher) sul monte di lancio lancia la pallina al proprio catcher (ricevitore) posizionato a casa base, alle spalle del battitore.
Egli deve fare in modo che la pallina passi sopra il piatto (o casa base, una sagoma a forma di pentagono)e, in altezza, nella zona compresa tra le spalle e le ginocchia del battitore (tale zona è detta “area dello strike”) senza che il battitore stesso riesca a colpirla.
Per fare ciò, lancerà la pallina con effetti imprevedibili o a grandissima velocità.
Se per tre volte riuscirà a “far passare” la pallina senza che il battitore riesca a colpirla (anche se non prova nemmeno a sventolare la mazza), avrà fatto tre strike e lo avrà eliminato.
Se invece per quattro volte farà passare la pallina fuori dall’area dello strike sbagliando il lancio, avrà effettuato quattro ball e il battitore potrà andare il prima base.
Tuttavia, se la pallina passa al di fuori dell’area dello strike (e quindi sarebbe ball), ma il battitore prova ugualmente a colpirla senza riuscirci, si conta uno strike.
Se con un lancio maldestro il lanciatore colpisce con la pallina il battitore nonostante esso abbia cercato di schivarla, il battitore avrà diritto di andare in prima base gratuitamente, senza affrontare lanci aggiuntivi.

Registrati via email