Sapiens 1379 punti

Francesco Hayez (1791-1882)

Incarna i princìpi del Romanticismo, soprattutto il concetto di Nazione.

Opere:
1) Atleta trionfante (1813 – Roma) : vicino comunque al neoclassicismo... (colonnato, palma in mano, disco); La posizione dell’atleta è meno statica. Chiaroscuro dovuto all’illuminazione da sinistra.
2) La congiura dei Lampugnàni (1826-1829 – Milano) : Sentimento patriottico italiano. In esso è rappresentato il momento in cui tre giovani milanesi stanno sfoderando i pugnali per assassinare il duca Galeazzo Maria Sforza nella Chiesa di Santo Stefano, per porre fine alla sua tirannide. I giovani sono disposti diagonalmente su una scalinata (la base della statua di Sant’Ambrogio). A sinistra il duca entra in chiesa, un edificio in forme romantico-gotiche.

3) Pensiero malinconico (1842 – Milano): c’è una donna solitaria, un ambiente scarno, vuoto. Vi era chi vide in quest’opera l’allegoria dell’Italia che si deve risvegliare. (Infatti la donna era in preda alla depressione, senza interesse). A rafforzare la sensazione di perdita, una sorta di “autunno dei sentimenti”, Hayez ha collocato un vaso di fiori in parte appassiti.
4) Il Bacio (1859 – Milano): Egli vuole rappresentare queste opere storiche camuffandole; il volto coperto del giovano, il berretto piumato... Ci sono due amanti che si baciano; ambiente vuoto, scarno. Il piede dell’uomo sta sul gradino, ciò stà a significare che egli è pronto a fuggire, infatti c’è un ombra. Hayez è attento ai particolari (tessuto, raso cangiante lucido, come se fosse una fotografia. L’azzurro che si distingue dal rosso del’uomo... contrasto.) Pugnale che tocca la donna (non si cura di questi particolari, perchè deve fuggire). Il dipinto venne realizzato non dal vivo, ma in base a una fotografia.

Registrati via email