Bannato 1011 punti

Piero della Francesca

Uno dei più grandi artisti del Rinascimento italiano fu Piero della Francesca.
La sua opere riuscì ad aprire nuove possibilità espressive sia sugli studi della prospettiva scientifica sia sulla visione visiva spaziale riconducilbile all'ar te fiamminga.
L'uomo viene interpretato come elemento centrale del mondo; misura di tutte le cose.
Questi ultimi sono gli stessi principi che si rispecchiano in tutta la cultura rinascimentale.
Le sue opere (sia in pittura che nei suoi trattati scritti) vengono considerate come degli esempi sia tecnici che stilistici per le successive generazioni artistiche fino al Rinascimento ( prima metà del Rinascimento).
La fragellazione di Cristo
E' una tavola dipinta indicativamente tra il 1460-1461 (tempera su tavola).
Questa opera chiarisce il senso della prospettiva e della proporzione intesa da Piero della Francesca: la scena si svolge all'interno dell'architettura classica (più greca che romana); i soffitti sono cassettonati ed il pavimento presenta un motivo geometrico (l'intero andamento delle architetture in questa opera fornisce un fortissimo impatto prospettico).

Il riquadro centrale dell'opera dove è collocata "la colonna della tortura" si inscrive in una circonferenza riportabile alla colonna situata al centro dell'ambiente.
Per evitare il senso ottico di schiacciamento della colonna l'artista colloca sul capitello corinzio una statua.
Il Cristo che è sulla collonna è privo di espressioni dolorose, questa inespressibilità contribuisce a fornire allo stesso Cristo immobilità ed indifferenza negli altri soggetti rappresentati.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email