Ominide 2990 punti

Se non sono in grado di combinare bene i fattori produttivi non sono in grado di collocare all’esterno ciò che ho prodotto.
Cosa fanno tutte le operazioni di gestione? Modificano la composizione e il valore del capitale dell’azienda, contemporaneamente c’è un incidenza anche sull’esperienza, conoscenza, potenzialità.
Per capire in che modo queste ricchezze incidono sulla ricchezza a disposizione le rappresentiamo in un prospetto chiamato tavola dei valori.
Essa presenta 2 sezioni: da un lato gli impieghi, dall’altro le fonti. Questo vuol dire che per ogni operazione mi chiedo:
Fonti: “da dove provengono le risorse?”
Impieghi: “come sono state investite?”
L’elemento di semplicità di questa rappresentazione è che c’è sempre una contestualità tra impieghi e fonti. Poiché agisco su entrambi i fronti il totale delle due sezioni sarà sempre uguale.
Per quanto riguarda i finanziamenti eseguiti dai soci, distinguiamo i conferimenti in denaro da quelli in natura. Il problema è che quando si conferisce denaro non ho nessun problema valutativo, quando si conferisce un bene è necessario attribuirgli un valore.

I finanziamenti eseguiti da intermediari finanziari implicano il riferimento ad altri concetti.
Nel caso delle operazioni di trasformazione invece non c’è alcun contatto con l’esterno.
Questo presuppone che sappiamo delineare il perimetro tra ciò che è interno e ciò che è esterno.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email