Il Sistema Monetario Europeo (SME)

È stato creato nel 1978 ed è entrato in vigore nel marzo del 1979.
Inizialmente aveva l’obiettivo di creare una zona di stabilità monetaria in Europa per evitare che il disordine monetario ostacolasse il processo di integrazione a livello comunitario.
Il suo aspetto più innovativo era costituito dall’introduzione dell’ECU, formato da un paniere di monete della CE prese con diversi paesi.
Ogni moneta aveva definito, quindi, la propria parità centrale rispetto all’ECU, e da questa si ricavavano le parità bilaterali tra due qualsiasi monete.
Con l’introduzione della moneta unica europea, l’esperienza dello SME è terminata poiché è venuta a mancare la necessità dell’esistenza di un meccanismo di stabilizzazione dei cambi almeno tra i paesi facenti parte dell’area euro. Per quei paesi che non hanno adottato l’euro è stato istituito invece un meccanismo di cambio tra la moneta di questi paesi e l’euro: lo SME-2.

Registrati via email