Aleksej di Aleksej
Mito 20002 punti

Multinazionale

L’impresa multinazionale è un’impresa che possiede all’estero una quota dei propri investimenti e dei propri dipendenti; le attività svolte nei diversi paesi sono tra loro integrate e le scelte strategiche e gli obiettivi sono presi da un vertice proprietario e manageriale appartenente al paese d’origine.
La peculiarità dell’impresa multinazionale, pertanto, è riconducibile a tre caratteristiche:
– il coordinamento e il controllo di varie fasi della catena di produzione localizzate in differenti paesi; la gestione pertanto può essere orizzontalmente integrata (Controlla impianti produttivi dislocati in diverse aree geografiche che realizzano sostanzialmente lo stesso prodotto ) oppure verticalmente integrata (Si caratterizza per il fatto che l’output realizzato in un impianto costituisce l’input per un’altra unità produttiva posizionata in una differente nazione)
– la potenziale flessibilità, ovvero la capacità di mutare o intercambiare forniture e operazioni fra le varie località geografiche a una scala internazionale o addirittura globale.
– la capacità di trarre vantaggio dalle differenze geografiche nella distribuzione dei fattori di produzione (es.: risorse naturali, costo del lavoro) e nelle politiche nazionali (es.: tasse, barriere doganali). L’impresa si caratterizza come multinazionale quando assume consapevolmente un orientamento non legato al singolo paese ma funzionale ad aree geografiche più estese e in particolare organizza la propria attività su base internazionale. Il tipo di investimento effettuato(IDE) si distingue dall’investimento di portafoglio (ossia l’acquisto di azioni e quote di operazioni estere) perché presuppone il controllo totale sull’attività della struttura produttiva estera.
Motivazione all’IDE: trarre vantaggi dalle differenze geografiche nella distribuzione dei fattori di produzione (es.: risorse naturali, costo del lavoro) e nelle politiche nazionali (es.: tasse, barriere doganali).

Registrati via email