È uno strumento, è un bene qualsiasi, il prezzo della moneta è il tasso di interesse. La moneta ha tre funzioni principali:
• È uno strumento utilizzato per compiere transazioni, (posso acquistare beni o servizi), ha sostituito il baratto nel suo strumento per compiere transazioni;
• Unità di conto, è un'unità di misura del valore del bene. L'Italia che vive in un'unione monetaria, si possono confrontare i prezzi dei beni negli altri paesi.
• La moneta è riserva di valore, la moneta a prescindere dal discorso della sua svalutazione, mantiene il suo valore nel tempo. Le banconote hanno un valore, e mantiene il suo valore nel tempo. È un riferimento in termini di valore.
 
Sul significato della moneta le scuole di pensiero economiche non sono concordi.
• Classici e neoclassici sostengono che la moneta sia un velo che si contrappone tra le scelte del consumatore e la produzione. È molto pericoloso attraverso la moneta si possono creare inflazione. Il controllo della moneta è fatto dalla banca centrale. È molto pericolosa.

• Keynesiani sostengono che la moneta sia importante ma non necessariamente va vista con un'accezione negativa, la moneta può essere una buona alternativa al consumo. Attraverso il risparmio produttivo le famiglie ottengono una remunerazione legata all'astensione dal consumo, si sentono remunerate ( può costituire una sorta di rendita) e per questo non è necessario considerare quella moneta come un pericolo. La moneta viene considerata un pericolo per Keynes quando il risparmio è improduttivo, quando si supera il reddito di piena occupazione, vuoto inflazionistico. La quantità prodotta dalle imprese non è cambiata, ma è cambiato solo il prezzo, valutazione ipermonetaria dei beni, allora c'è inflazione e la moneta diventa negativa. Se io ho raggiunto un reddito di equilibrio e devo portarlo a un reddito di piena occupazione, la moneta serve, arriverà sotto forma di salario, il consumatore consumerà di più, aumenterà la domanda aggregata, le imprese producono di più, quindi assumono di più, aumenta la domanda aggregata, con l'aggiunta del moltiplicatore creerà nuovo reddito.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email