Genius 13430 punti

Il Mercato e la moneta
IL RAPPORTO TRA LA DOMANDA E L’OFFERTA DI BENI E SERVIZI
Tutto ciò che viene prodotto dalle imprese viene scambiato, e l’oggetto di scambio in questi casi prende il nome di merce. Il mercato è il luogo fisico dove si incontrano i venditori e compratori per vendere e comprare le merci ed i servizi.
In economia, il mercato è qualsiasi situazione in cui la domanda di merci e servizi incontra l’offerta determinando il prezzo.
LE DIVERSE FORME DI MERCATO
Esistono diverse forme di mercato a seconda del numero delle imprese che operano nel mercato stesso. Si distinguono:
- La concorrenza perfetta è un mercato caratterizzato dalla presenza di un alto numero di compratori, di venditori, da un prodotto omogeneo, da un unico prezzo fissato dal mercato e dalla mancanza di ogni tipo di barriera che possa ostacolare l’ingresso di venditori nuovi;
- Il monopolio è una forma di mercato abbastanza rara, caratterizzata dalla presenza di un solo venditore del prodotto, che è libero di decidere l’offerta e il prezzo, massimizzando il proprio profitto;
- L’oligopolio si ha quando sul mercato opera un numero limitato di grosse imprese, ciascuna delle quali deve fare i conti con le strategie adottate da ogni altra impresa. Le imprese possono decidere di creare delle alleanze fra loro, accordandosi sulla maniera di spartirsi il mercato;
- La concorrenza monopolistica è una forma di mercato in cui convivono caratteristiche sia del mercato concorrenziale che di quello monopolistico.
Vi sono numerosi venditori che presentano prodotti diversificativi e ciascuno può stabilire un determinato prezzo, altrimenti si genera l’effetto concorrenza.
LA MONETA
La moneta è lo strumento di pagamento che permette al compratore di poter acquistare la merce venduta dal venditore. Il denaro si presenta sotto diverse forme: moneta metallica, banconote, assegni bancari, titoli, ecc. Sono tutti strumenti che possono essere raggruppati sotto due categorie:
- MONETA LEGALE. E’ la moneta ufficiale che per legge deve essere accettata da tutti nei pagamenti. E’ costituita dalle banconote e dalle monete metalliche, emesse dalla Banca Centrale;
- MONETA BANCARIA. E’ costituita dai depositi un conto corrente, che possono essere utilizzati nei pagamenti, tramite assegni bancari o carte di credito. Essa non rappresenta moneta legale, quindi il destinatario del pagamento può rifiutarlo per legge, esigendo il versamento in moneta legale.
LE CAMBIALI
Attraverso le cambiali si può ottenere o concedere credito.

1-Una persona promette ad un’altra di pagare entra una determinata scadenza una certa somma--->Pagherò o vaglio postale--->Due soggetti
2-Una persona ordina ad un’altra di pagare ad una terza persona entro una determinata scadenza una certa somma--->Tratta--->Tre soggetti

Le cambiali sono titoli:
- All’ordine
- Astratti
- Formali
- Autonomi
- Esegutivi

LE CARATTERISTICHE DI UN ASSEGNO BANCARIO
L’ASSEGNO BANCARIO è un titolo di credito contenente l’ordine rivolto ad un titolo bancario di pagare una somma determinata in favore di un altro soggetto.
L’ordine del pagamento presuppone che il traente (cioè quello che mette l’assegno) abbia somme disponibili depositate presso la banca (trattario).
L’assegno viene usato in sostituzione del denaro e in questo differisce dalle cambiali perché sono strumenti per la concessione di credito.
L’assegno può essere emesso:
- All’ordine;
- Portatore cioè senza indicazione del beneficiario a favore dello stesso traente.
IL BANCOMAT
Negli ultimi anni, lo sviluppo delle tecnologie informatiche ha sempre più sostituito i tradizionali strumenti di pagamento con il BANCOMAT e il BAGO BANCOMAT. Il bancomat è una carta magnetica utilizzabile per operazioni di prelievo di contante tramite gli sportelli bancomat (distributori automatici di banconote). Il PAGO BANCOMAT serve anche per poter pagare acquisti presso negozi dotati di sistemi POS (Point of Sale). Il titolare della carta è in possesso di un codice segreto che funge da “chiave” per accedere con sicurezza e riservatezza ai servizi, viene detto codice PIN. Il prelievo è sottoposto di regola a dei limiti giornalieri e mensili, superi e quali lo sportello automatico rifiuterà l’operazione.
LA CARTA DI CREDITO
E’ un documento simile per molti aspetti alla carta bancomat. Essa permette l’acquisto di merce e servizi presso punti vendita convenzionali ed il pagamento effettivo avviene a partire dal mese successivo in forma dilazionata.
LE FUNZIONI DELLA MONETA
La moneta può essere:
- Mezzo di scambio: essa è uno strumento che viene utilizzato in cambio dell’acquisto di un determinato prodotto;
- Mezzo da pagamento: la moneta è utilizzata nel pagamento dei debiti;
- Riserva di valore: la moneta anziché spesa può essere conservata o accumulata per acquisti futuri;
- Misura di valore: il valore di ogni bene è espresso in moneta.
IL RISPARMIO E L’INVESTIMENTO
Tutti coloro che percepiscono un reddito possono scegliere di consumarlo interamente o risparmiare una parte. Il risparmio è la parte di reddito non consumata. Le ragioni per le quali i soggetti risparmiano possono essere:
- Per scopo precauzionale: nel senso che le persone risparmiano per poter far fronte in futuro a spese impreviste;
- Per scopo speculativo: nel senso che le persone decidono di non rendere infruttuosa la parte di reddito risparmiata, ma investirla attraverso strumenti finanziari nella speranza di ottenere un futuro un reddito superiore a quello investito.
Esistono vari modi secondo cui possono essere impiegati i propri risparmi, la scelta dipende da quello che si vuole ottenere e dal rischio che si vuole correre:
- Depositare in banca i propri soldi o acquistare titoli del debito pubblico. Si tratta di certificati mediante i quali lo stato prende a prestito dai cittadini del denaro per coprire le proprie esigenze finanziarie, offrendo un interesse annuo;
- Investire in obbligazioni: le obbligazioni sono titoli di credito che possono essere emessi sia da un ente pubblico che da una società privata allo scopo di chiedere un prestito ai risparmiatori. Si vedono le obbligazioni ricevendo in cambio denaro, che vengono restituiti alla scadenza versando ogni anno una quota d’interesse.
- Investire in azioni: sono titoli di credito rappresentativi di quote di capitale sociale in una società per azioni. Questo investimento contiene un elevato tasso di rischio, in quanto non si garantisce che le azioni aumentino di valore nel tempo, molto dipenderà dalla solidità della singola impresa e dall’andamento dell’economia.
Solitamente al risparmiatore si consiglia di DIVERSIFICARE L’INVESTIMENTO in modo da beneficiare di guadagni in caso di investimenti giusti o essere danneggiato da perdite limitate in caso di errori di valutazione.
Il commercio e i servizi
CARATTERISTICHE DEL SETTORE TERZIARIO
Comprende tutte le attività di VENDITA DEI PRODOTTI che provengono dai settori primari e secondari e le attività di PRODUZIONE DI SERVIZI.
Le attività di distribuzione e vendita caratterizzano le IMPRESE COMMERCIALI, mentre le attività di trasporto ecc. sono legate al settore dei SERVIZI.
Negli ultimi anni si sono sviluppate numerose attività che fanno parte del settore TERZIARIO AVANZATO o QUARTO SETTORE, caratterizzato da un elevato contenuto tecnologico, informatico e scientifico.
CANALI DI DISTRIBUZIONE
1- PRODUZIONE->CANALE DIRETTO->CONSUMATORE

2- PRODUZIONE->DETTAGLIANTE->CANALE DIRETTO BREVE->CONSUMATORE

3- PRODUZIONE->GROSSISTA->CANALE INDIRETTO LUNGO->DETTAGLIANTE->CONSUMATORE

4- PRODUZIONE->GROSSISTA->GROSSISTA->CANALE DIRETTO LUNGO->DETTAGLIANTE->CONSUMATORE

I principali canali di distribuzione sono il dettaglio tradizionale (negozio), la grande distribuzione e l’ingrosso.
Si distinguono i vari tipi di canali:
1- Non vi sono intermediari commerciali perciò il prodotto o servizio è traserito dal produttore al consumatore, Esso può essere attivato tramite: - Negozi propri; - Filiali; - Vendita a domicilio; - Vendita tramite cataloghi.
2- Prevede un solo intermediario per far arrivare i beni al pubblico. E’ utilizzato maggiormente per i beni di largo consumo.
3-4-Prevedono più passaggi tra produttore e consumatore finale. Questo canale è utilizzato maggiormente per cancelleria, per prodotti agricoli e manufatti di importazione.

I SERVIZI
Questo settore non ha come oggetto la produzione di beni, bensì l’erogazione di prestazioni materiali, con la caratteristica di essere consumate nel momento in cui vengono prodotte. I servizi possono essere classificati in base alla tipologia.

- SERVIZI ALLE IMPRESE
Sono servizi che vanno a soddisfare specifiche esigenze delle imprese, come servizi di pulizia o quelli più sofisticati che riguardano la progettazione e l’applicazione di tecnologie avanzate;

- SERVIZI ALLE PERSONE
Sono servizi destinati al soddisfacimento diretto dei bisogni delle persone, come la sanità, l’istruzione, il tempo libero.

- SERVIZI DI INTERMEDIAZIONE
Sono servizi che fanno da tramite tra la produzione ed il mercato di sbocco come le attività di finanziamento e tutti i servizi delle banche.

Registrati via email