Ominide 53 punti

Lavoro - Retribuzione

RETRIBUZIONE: compenso che riceve il lavoratore in cambio delle prestazioni fornite.
Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro.

La retribuzione può essere:

• A TEMPO: il compenso del lavoratore viene rapportato alla durata della prestazione lavorativa;

• A COTTIMO: il compenso viene rapportato alla produzione realizzata.
- cottimo puro: il lavoratore viene retribuito con una somma fissa per ogni unità di prodotto ottenuta;
- cottimo misto: la retribuzione è formata da una parte fissa (paga base) e da una parte variabile (collegata agli incrementi di produttività);
- cottimo di gruppo: la retribuzione viene rapportata alla prestazione fornita dal gruppo al quale il lavoratore appartiene.

• A PROVVIGIONE: calcolata applicando delle percentuali sugli affari conclusi dal lavoratore.
Sono retribuiti a provvigione:
- lavoratori autonomi: agenti e rappresentanti di commercio;
- lavoratori dipendenti: commessi viaggiatori e piazzisti.


Per coinvolgere maggiormente i dipendenti nell’attività aziendale, le imprese adottano alcune tecniche, quali:
• GAINSHARING: consiste nel distribuire ai propri dipendenti una parte degli utili, un aggiunta alla normale retribuzione;
• STOCK OPTION: consiste nel distribuire gratuitamente le azioni dell’impresa.

Gli elementi della retribuzione possono essere fissi od accessori.

ELEMENTI FISSI:

• Minimo tabellare: è la paga base. Viene determinato dalla contrattazione collettiva.

• Scatti di anzianità: aumenti della retribuzione rapportati al numero degli anni di servizio.

• Contingenza: dal 1992 fa parte del minimo tabellare. Serve per compensare, mediante incrementi periodici semestrali commisurati all’aumento del costo della vita, la perdita di potere d’acquisto delle retribuzioni causata dall’inflazione.

ELEMENTI ACCESSORI:

• Premio produzione: forma di incentivazione concessa a livello aziendale per compensare l’apporto dei lavoratori all’aumento della produzione.

• Superminimi: aumenti della retribuzione concessi individualmente ai singoli lavoratori.

• Indennità: corrisposte a titolo di compenso per il lavoro prestato in condizioni di maggiore rischio o disagio oppure a titolo di rimborso spese.

- indennità per lavorazioni nocive;
- indennità di cassa;
- indennità di funzione (reperibilità…);
- indennità di trasferta.

• Lavoro straordinario: viene erogato ai lavoratori che prestano servizio oltre il normale orario delle 40 ore settimanali.
Le ore di straordinario vengono pagate con una maggiorazione rispetto alle ore di lavoro ordinario.
È possibile anche accantonare le ore di straordinario in una banca ore, che possono essere poi recuperate dal lavoratore.

FRINGE BENEFITS: riconoscimenti individuali volti a premiare il singolo lavoratore in ragione del suo positivo rapporto con l’impresa.

Ogni lavoratore ha diritto ad una riposo giornaliero di 11 ore consecutive; ed ogni settimana deve fruire di un riposo settimanale di 1 giorno.

Registrati via email