Ominide 317 punti

L'IVA

L'IVA è l'imposta sul valore aggiunto, è un'imposta indiretta che è stata istituita a livello comunitario con delle direttive poi recepite nell'ordinamento italiano con il DPR 633/1973 che contiene tutta la materia dell'IVA.
Viene applicata su tutte le vendite e prestazioni di servizi a livello nazionale, mentre per le esportazioni e importazioni ci sono delle norme ad hoc che ne regolano l'imposizione per risolvere problemi a livello intracomunitario.
In Italia sono presenti 3 aliquota che possono essere variate sia come composizione di beni nell'aliquota sia come aliquota vera e propria.
Ad oggi, esiste un'aliquota ordinaria pari al 22% per la maggior parte dei beni e servizi prodotti, un'aliquota agevolata al 10%, in cui rientrano alcune tipologia di prestazione di servizi (es. ristrutturazioni di alcuni immobili) e un'aliquota ridotta al 4% che va a colpire i beni di prima necessità (es. latte, uova, alcuni capi di abbigliamento).

E' un'imposta indiretta, perché non va a colpire direttamente un reddito o un patrimonio ma colpisce i consumi, ossia un metodo indiretto per capire la capacità contributiva del soggetto.
L'IVA ricade interamente sui consumatori per le imprese, non è un costo per il metodo della rivalsa (art. 18), in cui viene detto che l'IVA sugli acquisti viene dedotta dall'IVA sulle vendite che pagano solo la differenza sul loro valore aggiunto che infine andrà a ricadere sul consumatore finale.
In Italia negli ultimi anni ci sono stati due aumenti di aliquota, dal 20% al 21% e successivamente al 22%.
In altri Stati sono previste altre aliquote sia come numero sia come quota d'imposta (in Francia ad esempio si hanno quattro aliquote).
I soggetti che devono versare l'IVA sono le imprese anche se colui che la paga è il consumatore finale questo per facilitare allo Stato la raccolta dell'imposta.Vi sono alcuni esempi di merce che sono esclusi o esenti dal pagamento dell'imposta secondo alcuni articoli del DPR (es. art.10, art.15).

Registrati via email