Ominide 142 punti

INVENTARIO

Insieme di operazioni con le quali si determinano con gli elementi del patrimonio.

OPERAZIONI
1) RICERCA: indicazione fisica degli elementi che compongono il patrimonio;
2) DESCRIZIONE: indicazione delle caratteristiche qualitative e quantitative degli elementi individuali;
3) CLASSIFICAZIONE: raggruppamento o suddivisione degli elementi in categoria omogenea;
4) VALUTAZIONE: attribuzione di una moneta di conto (valore) agli elementi del patrimonio;
5) RAPPRESENTAZIONE: compilazione di un prospetto che comprende tutti gli elementi del patrimonio che prevede il nome di inventario (che coincide con la situazione patrimoniale).

COSTI
Sono spese sostenute per l'acquisto di fattori produttivi.
Si classificano in:
- COSTI PLURIENNALI: sostenuti per l'acquisto di fattori produttivi d' medio/lunga durata. Riguarda brevetti, marchi, automezzi, arreddamento.

- COSTI RELATIVI ALLE MATERIE E ALLE MERCI: sostenuti per l'acquisto di fornitori di materie prime, materie di consumo, merci semilavorati.
- COSTI RELATIVI ALL'ACQUISTO DI SERVIZI: sostenuti per il funzionamento e l'amministrazione dell'impresa. Riguarda il riscaldamento, trasporto, telefono, spese postali.
- COSTI PER GODIMENTO DI BENI DI TERZI: sostenuti per l'utilizzo di beni la cui proprietà è di terzi. Riguardano i fitti passivi e i canoni di leasing.
- COSTI PER IL PERSONALE DIPEDENTE: sostenuti per la retribuzione pagate agli operai insieme ai contributi dovuti per assicurazioni obbligatorie. Riguardano salari, stipendi, contributi sociali obbligatori, mensilità aggiuntive, TFR maturato nell'anno.
- COSTI FINANZIARI: sostenuti per renumerare il capitale di debito a breve, medio o lungo termine. Riguardano interessi passivi sul c/c bancario e interessi passivi su mutui.
- COSTI FISCALI: sostenuti per le imposte e tasse da versare allo stato e agli enti locali. Riguardano le imposte sul reddito, le imposte di registro, ACCISA.

RICAVI
E' il compenso per la vendita di beni e prestazione di servizi.
Si classificano in:
- RICAVI RELATIVI AI PRODOTTI E ALLE MERCI: conseguiti per la vendita ai clienti di merci, prodotti finiti, sottoprodotti;
- PROVENTI DIVERSI: derivanti da operazioni di gestione di varia natura. Riguardano fitti attivi, provvigioni attivi e risarcimento di danni subiti;
- RICAVI FINANZIARI: derivanti dalla concessione di prestiti a terzi, a breve, a medio o lungo termine. Riguardano interessi attivi sul c/c bancario e interessi attivi sul c/c postale;
- DISINVESTIMENTO DI BENI STRUMENTALI: derivanti dalla vendita di fattori produttivi pluriennali che devono essere sostituiti o rinnovati in quanto non adatti a partecipare al processo di produzione. Riguardano vendita di fabbricati, vendita di attrezzature, vendita di automezzi.

REDDITO DELL'IMPRESA
E' il risultato economico della gestione. Può essere:
- GLOBALE: riferito all'intera vita dell'azienda;
- D'ESERCIZIO: riferito a un anno solare (periodo amministrativo)
Si determina RICAVI - COSTI.
Se il ricavo è maggiore del costo allora c'è stato un UTILE.
Se il ricavo è minore del costo allora c'è una PERDITA.

CALCOLO DEL REDDITO
Variazione del patrimonio (aumento o diminuzione) per effetto della gestione
R= PNF-PNI
ES: 130 - 100 = 30 (UTILE)
100 - 130 = -30 (PERDITA)
Se nel corso della gestione il titolare ha effettuato degli apporti o prelevamenti la formula diventa:
R= PNF (Patrimonio Netto Finale) - AP (Apporti) + PR (Prelevamenti) - PNI (Patrimonio Netto Iniziale)

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email