inu88 di inu88
Ominide 50 punti

La prima classificazione relativa ai costi aziendali è la configurazione generale dei costi basata su quattro livelli:
1) Costo primo;
2) Costo industriale;
3) Costo complessivo;
4) Costo economico-tecnico.
È una classificazione a cascata dove ogni costo comprende il precedente più alcuni elementi aggiunti.
Il costo primo è la somma dei costi speciali di prodotto (manodopera diretta, materie prime, ecc.).
Il costo industriale è la somma del costo primo più tutti i costi di natura industriale sostenuti per una produzione efficiente ed efficace.
Il costo complessivo è la somma del costo industriale più tutti i costi amministrativi, commerciali, e di distribuzione. Spesso viene considerato all’interno di questo costo anche il complesso dei costi finanziari e fiscali da molti intesi facenti parte del settore produttivo.

Il costo economico-tecnico è fortemente stimato perché dato dal costo complessivo più gli oneri figurativi.
Gli oneri figurativi non sono un costo certo ma la stima dello stipendio direzionale dei soci dell’impresa, dal tasso di capitale di rischio e di qualsiasi elemento accessorio che l’impresa vuole fittiziamente remunerare.
Mentre per il costo primo l’imputazione è diretta, quando non ho bisogno di calcoli per gli altri costi dovrò imputare indirettamente al costo del prodotto utilizzando criteri d’imputazione. Questi criteri dovranno essere il più possibile collegati al costo da ripartire. Nel caso non trovassi un criterio d’imputazione adeguato utilizzo come base di riparto il costo primo. I criteri di riparto possono essere indifferentemente a quantità o a valore. Posso ripartire un costo comune in base al numero di ore di manodopera (a quantità) oppure in base al costo di manodopera (a valore).
L’imputazione dei costi è più importante nelle lavorazioni per commessa che in quelle a lotti. Chi lavora su commessa deve determinare il costo dei singoli beni (le commesse) che possono essere tra loro diversi. L’imputazione in questo caso è indispensabile per fissare il prezzo di vendita di ciascun commessa.
Invece un lavoro a lotti è una produzione in serie formate da prodotti della stessa tipologia ma qualitativamente diversi.
Nella produzione per processo cioè a flusso continuo l’imputazione avviene per centro di costo o reparto.
Bisogna tener conto che se si localizzano i costi riferendoli ai centri di costo o reparti avremo i centri produttivi dove effettivamente si trasforma fisicamente il prodotto, i centri ausiliari che forniscono servizi ai centri produttivi (esempio reparto di manutenzione) e centri funzionali che servono per l’attività dell’impresa ma non sono collegati alla produzione (commerciali e amministrativi).

Contabilità per processi e per lotti

Nella contabilità a costi pieni (full costing) posso considerare un’impresa che non lavora su commessa ma per lotti di produzione oppure per processi di produzione. In entrambi i casi la metodologia di calcolo è molto simile a quella già vista, cioè si imputa al processo o al lotto con criteri di imputazione diversi, si ribaltano tutti i costi di reparto o dei centri funzionali e ausiliari sul costo del processo e lotto. Nel caso si trattasse di lotti però al termine del calcolo ottengo un costo medio di lotto non di prodotto. Per ottenere quest’ultimo dovrò stimare quanti prodotti singoli sono realizzati in ciascun lotto e dividere il costo complessivo.
Se invece si tratta di processi di lavorazione, questi sono spesso produzioni in serie a flusso continuo quindi al termine dei calcoli avrò il costo complessivo del processo (o centro di produzione) a, b, c, … all’interno, i volumi di produzione saranno dati da prodotti completamente ultimati e da prodotti in corso di lavorazione che saranno valutati in base ad un coefficiente di completamento. Il numero di prodotti per ciascun processo sarà dato da:
Unità prodotte completate
+ Prodotti in corso del periodo x coeff di completamento
- Prod in corso del per preced x coeff di completamento
Basterà dividere il costo complessivo di processo per il numero di prodotti per ottenere il costo medio di prodotto.

Registrati via email