Erectus 630 punti

Impresa

L’imprenditore è colui che esercita un attività economica che ha lo scopo di produrre o scambiarsi dei beni o dei servizi.
Caratteri dell’imprenditore:
-attività professionale: è un’attività che viene svolta in modo sistematico;
-attività economica: è un’attività che ha lo scopo di creare delle nuove ricchezze, che non soddisfino le esigenze personali dell’imprenditore;
-attività organizzata: l’imprenditore organizza e coordina i beni che servono a formare l’azienda;
-attività diretta alla produzione o allo scambio di beni o servizi: possono essere attività l’acquisto di materie prime per poi trasformarli in prodotti finiti.

Classificazione dell’impresa

Settori: agricolo, commerciale, industriale, servizi.
Dimensioni: piccole, medie e grandi
Soggetti: individuale (singola o familiare), collettiva: società di persone (ss, snc, sas), società di capitali (srl, spa, sdra), società mutualistiche (cooperativa responsabilità limitata, cooperativa responsabilità illimitata)

Impresa Agricola

L’imprenditore agricolo è chi esercita nella propria azienda la coltivazione del fondo, allevamento del bestiame, silvicoltura, ittiocoltura, attività connesse.
Coltivazione del fondo: è il modo in cui viene utilizzato il terreno, in modo che produca beni destinati all’alimentazione del bestiame e delle persone.
Allevamento del bestiame: sono tutte le forme di allevamento.
Silvicoltura: sono tutte le piante che non sono ad uso alimentare (florovivaistica, bosco).
Ittiocoltura: allevamento del pesce.
Attività connesse: sono tutte quelle atività che non sono agricole ma che se svolte dall’imprenditore e vengono collegate all’attività principale lo diventano. Sono: manipolazione (trattamento che viene fatto al prodotto per renderlo più commerciale), trasformazione (trasformare un prodotto in un altro con un alto valore aggiunto), commercializzazione (è la vendita del prodotto), conservazione, promozione, servizio.

Agriturismo

E’ l’insieme dell’agricoltura e del turismo.
E’ riservato agli imprenditori agricoli, singoli, associati o ai loro familiari che utilizzano la propria azienda, ma comunque le attività agricole devono essere le principali.
Attività agrituristiche:
-dare ai clienti dei pasti e delle bevande costituiti da prodotti propri, caratteristici della zona. Sono prodotti propri quelli che vengono prodotti nella propria azienda agricola, anche quelli che vengono ricavati da materie prime dell’azienda ma che poi gli vengono fatte delle lavorazioni anche all’esterno.
-organizzare delle attività ricreative o culturali nell’ambito dell’azienda
-dare stagionalmente ospitalità.

Impresa Commerciale

Attività che definiscono l’impresa commerciale:
-attività industriale diretta alla produzione di beni o servizi: l’attività industriale è l’attività che produce beni mentre l’attività commerciale fa da intermedio nella circolazione dei beni. Quindi l’industria acquista le materie prime sul mercato e poi le trasforma in prodotti finiti ai consumatori.
-attività intermediaria nella circolazione dei beni: le imprese commerciali comprano dei beni che poi vengono rivenduti;
-attività di trasporto per terra, per acqua o per aria;
-attività bancaria o assicurativa;
-attività ausiliare delle precedenti: sono quelle attività che hanno la caratteristica di essere esercitate da un imprenditore a vantaggio di altri.
Regole dell’imprenditore commerciale:
-capacità per l’esercizio dell’impresa
-obbligo di iscriversi al Registro Delle Imprese: serve ai terzi per conoscere tutti gli elementi dell’impresa
-obbligo della regolare tenuta delle scritture contabili: servono soprattutto quando l’azienda va in fallimento
-soggezione al fallimento e alle altre procedure concorsuali: si hanno quando l’imprenditore è in una situazione di squilibrio economico.

Impresa Familiare

È quando in un’impresa lavorano in modo continuato il coniuge, i parenti entro il 3 grado (nonno, figlio, fratello, nipote) e gli affini entro il 2 grado (cognato, suocero, genero/nuora).
Diritti economici dei collaboratori:
-i lavori svolti all’interno possono essere di qualunque tipo sia manuale che intellettuale
-le decisioni vengono prese a maggioranza
-il lavoro della donna deve essere uguale a quello dell’uomo.

Impresa Artigiana

L’imprenditore artigiano è colui che si assume la responsabilità con tutti gli oneri e i rischi che riguardano la sua direzione e la sua gestione, svolgendo il proprio lavoro anche manualmente.
L’impresa è artigiana quando:
-è esercitata dall’mprenditore artigiano e deve avere come scopo lo svolgimento di un’attività di produzione di eni
-può avere dei lavoratori dipendenti
-la produzione di beni non deve avvenire tutta con l’aiuto delle macchine
-è costituita ed esercitata in forma di società anche cooperativa.
Tutte le imprese artigiane devono iscriversi all’Albo Provinciale delle Imprese Artigiane.

Registrati via email