Ominide 53 punti

Immobilizzazioni e beni strumentali
IMMOBILIZZAZIONI: tutti gli elementi del patrimonio di funzionamento destinati ad essere utilizzati durevolmente nell’attività d’impresa oppure corrispondenti a partecipazioni e a crediti di natura finanziaria a medio/lungo termine accordati dall’impresa a terzi.

Esse possono essere:

• Immateriali: investimenti che hanno i requisiti dell’utilità pluriennale e dell’immaterialità. Sono immobilizzazioni immateriali:
- costi pluriennali la cui utilità si estende ad esercizi successivi a quelli di sostenimento (costi impianto, ampliamento…);
- beni immateriali a utilità pluriennale (brevetti);
- avviamento.

• Materiali: sono dotate del requisito della materialità e riguardano gli investimenti in fattori produttivi a medio/lungo ciclo di utilizzo.
Si classificano in:
- immobilizzazioni tecniche, se vengono utilizzate nell’attività caratteristica dell’impresa;

- immobilizzazioni patrimoniali, se riguardano l’attività accessoria.

• Finanziarie: sono rappresentate da investimenti durevoli in:
- partecipazioni;
- azioni proprie destinate a rimanere a lungo;
- crediti finanziari a medio/lungo termine con-cessi ad altre imprese.

BENI STRUMENTALI
: beni immateriali ad utilità pluriennale e immobilizzazioni tecniche impiegati dall’impresa nella gestione caratteristica.
La presenza di beni strumentali nel patrimonio aziendale varia in funzione dell’attività svolta.

Per una corretta gestione dei beni strumentali, è necessario:
• Scegliere la forma più idonea di acquisizione, in funzione delle fonti di finanziamento;
• Individuare una congrua collocazione delle immobilizzazioni;
• Predisporre programmi di utilizzo delle immobilizzazioni tecniche;
• Predisporre adeguati programmi di manutenzione.
Poiché le immobilizzazioni sono investimenti di durata medio/lunga, è opportuno che l’impresa si finanzi ricorrendo al capitale proprio o a debiti a medio/lungo termine.
In questo modo, le fonti e gli impieghi sono omogenei sul piano della durata.

Se tale condizione non si verifica, significa che il capitale permanente non è adeguato a finanziare gli investimenti durevoli e l’impresa deve ricorrere alle passività correnti.

Per ciascuna immobilizzazione tecnica, è opportuno accendere:
• Una scheda di identità;
• Una scheda di lavoro, in cui rilevare il lavoro assegnato alla macchina;
• Una scheda di manutenzione e riparazione.

I beni strumentali materiali possono essere acquisiti con le seguenti modalità:
• Apporto da parte del titolare o dei soci;
• Acquisto da terzi;

• Costruzione in economia;
• Locazione finanziaria;
• Locazione.

Nell’ipotesi di apporto, acquisto e costruzione in economia, l’impresa acquisisce la proprietà del bene strumentale.
Nell’ipotesi di leasing finanziario, l’impresa si assicura solamente la possibilità di utilizzare il bene oggetto di contratto, riservandosi di acquisirne la proprietà mediante riscatto alla scadenza dell’operazione.
Nell’ipotesi di locazione, l’impresa può solo usare il bene strumentale, senza però poterne acquisire la proprietà.

Registrati via email