Il bilancio - Economia aziendale
La contabilità aziendale

La contabilità aziendale può essere divisa in:
- contabilità sezionali, costituite da una serie di scritture riguardanti oggetti semplici, cioè singoli elementi del patrimonio aziendale e del reddito di esercizio (contabilità di cassa, rapporti con le banche..);
- contabilità generale, formata da un sistema di scritture relative all’intera gestione e hanno lo scopo di determinare il reddito di esercizio e il patrimonio di funzionamento dell’azienda. I risultati di questa contabilità trovano espressione nel bilancio di esercizio;
- contabilità gestionale, rivolta alla previsione, alla rilevazione, analisi e controllo dei costi e dei ricavi relativi allo svolgimento della gestione. Essa prende in esame le operazioni interne di gestione ed è uno strumento indispensabile per la pianificazione e il controllo.

Il bilancio di esercizio

Il bilancio è un documento di sintesi delle operazioni di gestione, che fanno riferimento ad un determinato periodo amministrativo.
Esso può essere definito:
- da un punto di vista sostanziale, cioè come procedimento tecnico-contabile di determinazioni dei risultati dipendenti dalla gestione;
- da un punto di vista formale, cioè come documento redatto al termine di ogni periodo amministrativo al termine del quale si evidenzia il reddito prodotto dall’azienda.

Il bilancio è il principale punto di riferimento e di collegamento tra l’impresa ed i terzi interessati alle vicende economico-finanziarie.
Secondo la normativa civile, il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero la giusta situazione patrimoniale-finanziaria della società.
Secondo l’articolo 2423 del codice civile, il bilancio di esercizio delle società di capitali si compone di 3 documenti:
- Lo stato patrimoniale, che fornisce la quantificazione del patrimonio lordo e netto, e quindi la situazione finanziaria dell’impresa;
- Il conto economico, rappresentato da un documento che illustra il processo di quantificazione e formazione del risultato economico di periodo;
- La nota integrativa, rappresentato da un documento che espone informazioni di natura patrimoniale, finanziaria ed economica, che integrano i dati esposti negli schemi di stato patrimoniale.

In più, possiamo affermare che il conto economico accoglie i valori relativi ai costi, oneri, ricavi di un determinato esercizio (01/01-31/12), mentre lo stato patrimoniale mette in evidenza i valori relativi alle attività, passività e patrimonio netto riferiti alla chiusura dell’esercizio (31/12).

Registrati via email