Ominide 1123 punti

Il budget degli investimenti

Il budget degli investimenti è il documento in cui vengono presentati i progetti di investimento che l’azienda intende realizzare negli esercizi futuri.
Tale budget prende in considerazione un periodo pluriennale, distinguendo in genere fra:
• investimenti di medio-lungo periodo, che riguardano il capitale fisso, suddiviso in immobilizzazioni materiali e immateriali;
• investimenti in capitale circolante (di breve periodo), che si riferiscono all’entità dei capitali da impiegare nelle attività correnti al netto dei debiti commerciali.
Nel comparto delle imprese di viaggi, gli investimenti a breve termine prevalgono su quelli di medio-lungo periodo.

Il budget finanziario
Il budget finanziario è lo strumento che consente di determinare la liquidità prodotta dalla gestione aziendale di cui l’impresa potrà avvalersi nel futuro esercizio, individuare le fonti di finanziamento disponibili per effettuare gli investimenti programmati e verificare che l’equilibrio finanziario sia realizzato in ogni momento della vita aziendale.

Tale budget si divide in due prospetti:
1. il budget delle fonti e degli impieghi  è un prospetto che mette in relazione le fonti e gli impieghi con i programmi aziendali, al fine di individuare, per ciascuna tipologia di investimento, i finanziamenti di cui è opportuno disporre e le possibili fonti finanziarie interne e/o esterne.
Tra le fonti di finanziamento possono figurare le quote di utili non distribuiti (autofinanziamento), le quote di capitale proprio smobilizzate, i finanziamenti bancari e le ulteriori somme di denaro apportate dai soci.
Tra gli impieghi bisogna riportare gli investimenti in capitale fisso e in capitale circolante, gli importi necessari per estinguere i debiti a breve e medio-lungo termine e per rimborsare il capitale proprio.
2. il budget di tesoreria o di cassa  è un prospetto in cui vengono indicate, mese per mese, le entrate e le uscite monetarie previste e la loro provenienza.
Un’entrata monetaria può essere generata dalla vendita di un prodotto turistico o dall’incasso di interessi attivi su titoli; un’uscita può dipendere dall’acquisto di un servizio turistico o dal rimborso di un finanziamento.
Attraverso tale budget si individuano eventuali surplus di liquidità, qualora l’impresa disponga di una liquidità monetaria superiore al normale fabbisogno corrente oppure un disavanzo di tesoreria, qualora l’azienda non sia in grado di soddisfare il normale fabbisogno corrente.

Registrati via email