I BENI

I beni sono definiti come quelle cose che possono formare oggetto di diritti.
Per avere rilevanza giuridica, quindi, i beni devono essere:
- utili, cioè idonei a soddisfare un bisogno;
- accessibili, cioè suscettibili di appropriazione da parte dell'uomo;
- limitati, cioè disponibili in natura in quantità limitata rispetto ai bisogni dell'uomo.

Sotto il profilo del rapporto con gli altri beni, occorre distinguere cose semplici, cose composte e cose connesse.
Le cose semplici sono quelle i cui elementi sono totalmente compenetranti tra loro che non possono staccarsi senza alterare la fisionomia del tutto.

Le cose composte, invece, sono quelle formate da puù cose unite tra loro.
Si ha, invece, connessione quando due o più cose vengono poste in relazione tra di loro.
Si ha, quindi, incorporazione quando una cosa mobile è naturalmente o artificialmente compenetrate in un'altra.

Le pertinenze rappresentano, infine, le cose destinate in modo durevole al servizio o ad ornamento di un'altra cosa.

Registrati via email