gio9567 di gio9567
Ominide 805 punti

Metodi di costruzione degli archi

Per eseguire l'arco occorre un'opera provvisoria : la centina.
La complessità aumenta in base alla luce dell'arco. Una volta finita la centinatura la costruzione dell'arco viene effettuata cominciando simultaneamente dalle due imposte per finire alla chiusura contemporanea con il concio di chiave. Successivamente all'assemblatura dell'arco si passa al disarmo della centina (ovvero rimuovere la struttura centellinata, la quale ormai non ci serve più) la quale viene tolta mediante degli abbassi graduali uniformi e micrometrici affinchè l'arco non entri in carico sin da subito. Per ottenere un buon disarmo della centina si mettono in opera, sotto i puntelli che reggono la centina vari dispositivi come la sabbia, la ghisa, ecc..
La piattabanda è un tipo anomalo di arco. Esso può essere descritto e definito come "arco" ma le superfici di intradosso e di estradosso sono leggermente piane o arcate anzichè curve. Possono essere in pietra o in mattoni , in base al modo di esecuzione essa può essere all'italiana (ha il difetto di grandi giunti all'estradosso ) o alla francese (più lavorata). Per costruirla abbiamo bisogno di una tavola con rompitratta nel mezzo. Di solito, essendo meno resistente dell'arco essa è sormontata da un arco di scarico per cui il carico che agiva su di essa era solo per l'armatura di riempimento.

Registrati via email