gio9567 di gio9567
Ominide 805 punti

La D.I.A, la superDia e la S.C.I.A

La D.I.A

La legge 23/12/1996, n.662 introduce nell'ordinamento giuridico in materia urbanistica l'istituto della denuncia di inizio attivita (DIA) elencando le opere edilizie che possono essere eseguite con semplice denuncia da presentare al comune venti giorni prima dell'effettivo inizio dei lavori.
In seguito, il testo unico in materia edilizia ha precisato che la DIA fa riferimento anche alle varianti a permessi di costruire che non coincidono con i parametri urbanistici, non alterano la sagoma dei fabbricati e non violano le eventuali prescrizioni contenute nel permesso di costruire.
Non sono compresi fra gli interventi sottoposti a DIA :
- Nuova costruzione
- Ristrutturazione urbanistica
- Ristrutturazione edilizia che comporti all'aumento delle unità immobiliari, modifiche del volume e della sagoma
- Manutenzione ordinaria

- Eliminazione di barriere architettoniche
- Opere temporanee per attività di ricerca nel sotto suolo.

Si può utilizzare la DIA a patto che gli immobili interessati non siano vincolati e siano soggetto di prescrizione

La superDIA

E' stata introdotta dalla legge 21/12/2001 n.443 ed amplia l'elenco degli interventi che possono essere oggetti di DIA, e al pari del permesso di costruire comporta il pagamento di un contributo di costruzioni.

La segnalazione certificata di inizio attività

La legge 30/07/2010 n.122 ha introdotto la SCIA che si estende agli interventi edilizi precedentementi compiuti con DIA, con eslusione dei casi in cui la DIA sia alternativa o sostitutiva del permesso di costruire.

Registrati via email