Arianna di Arianna
Habilis 1926 punti

Uguaglianza formale e uguaglianza sostanziale

Per uguaglianza FORMALE si intende l'uguaglianza di tutti davanti alla legge.
Tale concetto si trova nel primo comma dell'articolo 3 della nostra Costituzione.

Per uguaglianza formale si intendono due concetti:
1) la legge è uguale per tutti (mentre fino alla Rivoluzione Francese nobili e clero venivano sottoposti a leggi e a tribunali diversi da quelli previsti per il popolo).
2) la legge non deve operare discriminazioni e qui si intende: di razza, di sesso, di religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali.

Le leggi che dovessero operare delle discriminazioni di questo tipo potrebbero essere portate al giudizio della Corte Costituzionale.

Per uguaglianza SOSTANZIALE si intende che le leggi, oltre ad essere uguali per tutti, devono però prevedere leggi speciali a favore delle categorie più deboli.

La parte dell'articolo 3 che descrive l'uguaglianza sostanziale è nel secondo comma, in questo caso la Costituzione non promette l'effettiva uguaglianza di tutti i cittadini sul piano economico e sociale, ma impegna la Repubblica a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, in altre parole ad intervenire attivamente per fornire ai soggetti più deboli i mezzi per esercitare effettivamente i propri diritti.

Registrati via email