Ominide 2324 punti

Spese dello Stato

Lo Stato sostiene delle spese per soddisfare i bisogni della collettività.
Queste spese vengono finanziate con le entrate originarie e con le entrate derivate.
Queste ultime sono costituite da imposte, tasse e contributi.
Le imposte sono prelievi di ricchezza che lo Stato effettua per finanziare la produzione di servizi pubblici.
Tipi:
• Imposte dirette, che colpiscono direttamente il reddito o il patrimonio di un soggetto;
• Imposte indirette, che colpiscono le manifestazioni mediante della ricchezza, come i consumi e i trasferimenti;
• Imposte personali, che tengono conto delle situazioni personali dei contribuenti;
• Imposte reali, che colpiscono i beni senza tener conto delle situazioni personali dei contribuenti;
• Imposte fisse, che consistono nel pagamento di una somma fissa;
• Imposte proporzionali, in cui il loro ammontare varia proporzionalmente al variare della base imponibile, con un’aliquota fissa;

• Imposte progressive, in cui l’aliquota non è fissa, ma aumento con l’aumentare della base imponibile;
• Imposte regressive, in cui l’aliquota non è fissa, ma diminuisce all’aumentare della base imponibile.

L’imposta progressiva è quella meglio che risponde ai criteri di giustizia sociale, in quando colpisce in misura maggiore i patrimoni più ingenti.
Il pagamento delle imposte, inoltre, per rispondere a criteri di uguaglianza, deve essere commisurato alla capacità contributiva del soggetto, intesa come capacità del contribuente di pagare il tributo.

Le tasse sono prestazioni in denaro dovute da un soggetto per una prestazione effettuata dallo Stato su richiesta del soggetto stesso.
Tipi:
• Tasse amministrative, sono dovute per ottenere autorizzazioni, certificazioni o emanazione di atti da parte della Pubblica Amministrazione
• Tasse industriali, sono dovute per l’esercizio di attività economiche pubbliche che avvantaggiano sia il cittadino, che le richiede, sia la collettività;
• Tasse giudiziarie, sono dovute per i servizi prestate dagli organi giurisdizionali.

I contributi sono prelievi effettuati da un ente pubblico che, nel perseguire fini di interesse generale, avvantaggiano indirettamente determinati soggetti.
Tipi:
• Contributi di urbanizzazione, sono quelli pagati dal Comune per le spese di urbanizzazione sostenute dai Comuni stessi;
• Contributi di miglioria, sono quelli pagati in relazione ad un’opera pubblica realizzata nell’interesse di una determinata Comunità.

L’accertamento consiste nell’attività svolta dall’Amministrazione finanziaria per stabilire l’esatto ammontare dell’imposta dovuta dal contribuente.
Si articola in 3 fasi:
• determinazione dell’imponibile
• liquidazione dell’imposta
• notificazione al contribuente.
Determinazione dell’imponibile:
• Metodo sintetico
• Metodo analitico
Metodo analitico:
• D’ufficio
• Denuncia verificata

La riscossione consiste nell’effettivo pagamento dell’imposta da parte del contribuente.
Modalità di riscossione:
• Ritenuta alla fonte
• Tramite uffici fiscali
• Mediante bollo
• Mediante autotassazione
• Mediante Concessionarie dei servizi di riscossione
• Mediante iscrizione nei ruoli.

Registrati via email