Conks di Conks
Ominide 96 punti

Sicurezza nelle scuole - Estratto del regolamento di un istituto tecnico

GENERALITA’

Il Nostro Istituto è sempre stato attento alle problematiche inerenti la sicurezza ed igiene del lavoro sia per il proprio personale (docenti e non docenti) sia per gli studenti.
Con l’emanazione del DLgs 626/1994 è stato predisposto un Documento di Valutazione dei Rischi in cui gli studenti vengono equiparati al resto del personale impiegato.
Oggi, con il DLgs 81/2008 e s.m. il Documento di Valutazione dei Rischi è stato aggiornato, e in esso sono valutati tutti i rischi ai quali risultano esposti i nostri studenti quando sono previste attività di laboratorio.
Si porta a conoscenza inoltre che, ai sensi della normativa vigente, gli studenti regolarmente iscritti sono assicurati contro gli infortuni nei quali possono incorrere in occasione e durante l’esecuzione di esperienze ed esercitazioni previste nei programmi di insegnamento, regolate e dirette dal personale docente.

NORME DI PREVENZIONE NELL’ISTITUTO

1. Nell’istituzione scolastica, a norma delle vigenti leggi in materia, si individuano due distinti datori di lavoro: il Dirigente Scolastico con competenze e responsabilità per quanto riguarda gli aspetti legati alle mansioni, ai macchinari e attrezzature utilizzate e alle sostanze chimiche manipolate; l’ente proprietario dell’edificio (l’Amministrazione) con competenze e responsabilità per quanto riguarda le strutture edilizie, gli impianti tecnologici e la predisposizione del piano di emergenza ed evacuazione.
L’organigramma della sicurezza si completa con l’RSPP (responsabile sicurezza prevenzione e protezione) e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).
E’ prevista anche la sorveglianza sanitaria a cura del Medico Competente.

2. Così come previsto dalla normativa, per i nostri studenti è stata effettuata la valutazione dei rischi per le attività di laboratorio.
Tale valutazione, in via cautelativa, è stata equiparata a quella del personale (docenti che utilizzano i laboratori) anche se, in effetti, il livello di rischio degli studenti risulterebbe inferiore in quanto le attività che possono essere considerate più rischiose vengono eseguite dai docenti stessi.

In linea di massima si potranno adottare i seguenti criteri per attuare le misure di prevenzione e protezione:
R > 8 Azioni correttive indilazionabili
4 =< R =< 8 Azioni correttive necessarie da programmare con urgenza/breve termine
2 =< R =< 3 Azioni correttive e/o migliorative da programmare nel medio termine

R = 1 Azioni migliorative da valutare in fase di programmazione.
NB:R= rischio

In funzione delle priorità risultanti dalla valutazione dei rischi, sarà elaborato un programma degli interventi da attuare al fine di tenere sotto controllo tutti i rischi.
Macchinari e attrezzature utilizzate :
VARIE (laboratori, officine, palestre dell’Istituto)
Dispositivi di Protezione Individuale:

Legati alle attività specifiche nei laboratori/officine (in particolare chimica e meccanica).

PROCEDURE DI EMERGENZA

L’Istituto dispone di un piano di emergenza ed evacuazione il quale viene illustrato nei suoi contenuti e nelle procedure durante i primi giorni di attività scolastica.

Registrati via email