Ominide 53 punti

Rapporto genitori-figli e filiazione

Rapporti tra genitori e figli
Entrambi i genitori hanno l’obbligo di mantenere, istruire ed educare i figli, tenendo conto delle loro capacità.

I figli hanno l’obbligo di rispettare i genitori e fino a quando convivono con loro, di contribuire al mantenimento della famiglia in proporzione ai redditi di cui siano eventualmente titolari.

Fino alla maggiore età, i genitori esercitano la potestà nei confronti dei figli. In particolare:
• Entrambi i genitori hanno la rappresentanza legale del minore;
• Entrambi i genitori hanno l’usufrutto legale sugli eventuali beni di proprietà del figlio, ma con l’obbligo di destinarne il reddito al mantenimento della famiglia e alla istruzione ed educazione dei figli.

Di regola, i genitori devono prendere di comune accordo le decisioni che riguardano i figli.

Se i genitori non si accordano su una decisione di particolare importanza relativa ai figli, ciascuno di loro può chiedere l’intervento del giudice che suggerirà le soluzioni più adeguate.

La filiazione
La filiazione può essere:

• LEGITTIMA: figlio che, quando è stato concepito, i genitori erano uniti in matrimonio.
Si presume concepito durante il matrimonio:
- Il figlio nato almeno 180 giorni dopo la celebrazione del matrimonio;
- Il figlio nato entro 300 giorni dall’eventuale annullamento, scioglimento, separazione, divorzio, morte del coniuge.

• NATURALE: figlio che è nato al di fuori del matrimonio, cioè da genitori che non erano sposati tra loro quando è avvenuto il suo concepimento.
Il rapporto di filiazione naturale può risultare da un atto volontario dei genitori o da un accertamento del giudice.
Il genitore che ha effettuato il riconoscimento, assume nei confronti del figlio naturale gli stessi diritti e doveri previsti per i figli legittimi.
Il riconoscimento di un figlio naturale è un atto solenne e irrevocabile.
I figli naturali sono considerati uguali ai figli legittimi. Essi, però, non sono “parenti” dei nonni, non ereditano quindi da quest’ultimi.

LEGITTIMAZIONE DEI FIGLI NATURALI: i figli naturali possono ottenere la stessa posizione giuridica dei figli legittimi.
La legittimazione può avvenire per:
- Matrimonio dei genitori naturali;
- Provvedimento del giudice.

Registrati via email