Scomparsa

Si ha la scomparsa quando non si hanno più notizie di una persona. La legge stabilisce che il tribunale dell'ultima residenza della persona scomparsa può nominare un "curatore dello scomparso" che si occupi della conservazione del patrimonio di quest'ultimo.

Assenza

Trascorsi due anni dal giorno in cui risale l'ultima notizia, su richiesta dei presunti eredi dell'assente, il tribunale dichiara l'assenza della persona. Per effetto di questa dichiarazione, coloro che sarebbero stati eredi, vengono immessi nel possesso temporaneo dei beni dell'assente. Da questo momento hanno l'amministrazione dei beni e ne percepiscono le rendite prodotto ma non possono venderli. Se il soggetto dichiarato assente ricompare, gli dovranno essere restituiti tutti i beni tranne le rendite percepite.

Morte presunta

Trascorsi dieci anni dall'ultima notizia il tribunale, su richiesta dei presunti eredi, può dichiarare la morte presunta. Tale sentenza produce gli stessi effetti della morte naturale: si aprirà la successione ereditaria e coloro che furono immessi nel possesso temporaneo dei beni ne acquisteranno la piena disponibilità. Il coniuge del presunto morto potrà risposarsi. Nel caso in cui il presunto morto ricompaia gli dovranno essere restituiti tutti i beni nello stato in cui si trovano. Il nuovo matrimonio sarà dichiarato nullo, i figli avuti in esso saranno ritenuti naturali.

Registrati via email