I soggetti e i rapporti giuridici

I soggetti del diritto
Le norme giuridiche devono essere rispettare dai diversi soggetti che compongono la nostra società formata da persone fisiche e organizzazioni collettive.

Le persone fisiche
Per persona fisica si intende ogni essere umano, uomo o donna, vivente.
Il nostro ordinamento, per le persone fisiche, ha previsto due differenti tipi di capacità: la capacità giuridica e la capacità di agire.

La capacità giuridica
L'art. 1 del codice civile attribuisce a ogni persona, dal momento della nascita fino al momento della morte, la capacità giuridica ossia la possibilità di essere titolare di diritti e obblighi giuridici (ad esempio essere proprietario di una casa, oppure avere diritto al proprio nome, alla tutela della propria immagine ecc.). E' importante osservare che la capacità giuridica può essere persa solo con la morte della persona.

I diritti fondamentali della persona fisica
Tra i diritti che un soggetto acquisisce con la nascita, ne indichiamo brevemente alcuni:


    Diritto alla vita e all'integrità fisica
    Diritto al nome e all'identità personale
    Diritto all'immagine
    Diritto alla riservatezza

La capacità di agire
Un soggetto ha piena capacità di agire quando concorrono insieme, oltre alla capacità giuridica, il compimento del diciottesimo anno di età e il possesso della capacità naturale, ossia la capacità di intendere e volere.

Incapaci assoluti e incapaci relativi

Sono incapaci assoluti:


    i minori di età
    gli interdetti giudiziali
    gli interdetti legali


Sono incapaci relativi:


    il minore emancipato
    l'inabilitato

Che cosa sono residenza, domicilio e dimora?
Sono le sedi della persona fisica. La residenza è il luogo in cui una persona fisica vive in modo continuativo; il domicilio è il luogo in cui una persona ha sede principale dei propri affari o interessi; la dimore è il luogo in cui una persona si trova, in un certo momento, in modo temporaneo.

Registrati via email