Il giusto Processo


Ogni singolo soggetto ha il diritto di avere un giusto processo (art.3 tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge)

Nell'articolo 111 della Costituzione Italiana, sono dettati i principi che devono essere attuati per garantire all'imputato il giusto processo.
Il processo si deve quindi svolgere rispettando delle regole:
-il diritto dell'accusato alla presunzione di innocenza;
-il tempo necessario perché l'accusato possa approntare la propria difesa;
-il diritto al contraddittorio fra le parti;
-il diritto alla parità tra accusa e difesa davanti a un giudice indipendente e imparziale;
-il diritto a una durata ragionevole.

L'articolo inoltre dice che i diritti della persona sottoposta a procedimento penale disponendo che il giudice deve specificare le motivazioni della sentenza, come ulteriore tutela, nell'articolo 111 viene consentito il ricorso alla Corte di Cassazione.

I principi del giusto processo sono:

-imparzialità del giudice: il giudice deve essere neutrale e libero da pregiudizi;
-parità delle parti: l'accusa e la difesa possono presentare prove rilevanti e chiedere al giudice che siano valutate;
-contraddittorio: è diritto dell'imputato e del suo difensore interrogare il teste d'accusa al fine della ricerca della verità;
-ragionevole durata - la giustizia tardiva non è vera giustizia.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email