Ominide 91 punti

Fonti del diritto

Le fonti sono molte e sono messe in ordine gerarchico dalle più importanti alle meno importanti.

Gerarchia delle fonti:

Al primo livello della gerarchia delle fonti c'è la Costituzione e le leggi costituzionali. La Costituzione è entrata in vigore nel gennaio del 1948,e ha 139 articoli: essa detta i principi fondamentali dell'ordinamento ; individua i diritti e i doveri fondamentali dei soggetti; detta la disciplina dell'organizzazione della Repubblica. La Costituzione italiana viene anche definita lunga e rigida, lunga perché non si limita a disciplinare le regole generali dell' esercizio del potere pubblico e delle produzioni delle leggi " riguardando anche altre materie, rigida in quanto per modificare la Costituzione è richiesto un iter cosiddetto aggravato. Esistono inoltre dei limiti alla revisione costituzionale.

Al di sotto delle leggi costituzionali si pongono i trattati internazionali e gli atti normativi comunitari, che possono presentarsi sotto forma di regolamenti. I primi hanno efficacia immediata, le seconde devono essere attuate da ogni paese che fa parte dell'Unione europea in un determinato arco di tempo.

Seguono le fonti primarie, ovvero le leggi ordinarie ( potere legislativo) e gli atti aventi forza di legge ( potere esecutivo).
I decreti li associamo al governo, essi sono emanati sempre da quest'ultimo. Essi di dividono in decreti legge ( emanati dal governo in necessità e urgenza, ma entro 60 giorni se non viene convertito in legge il decreto cade ) e decreti legislativi ( emanati dal governo su deloga del parlamento)

Sottovi sono presenti le leggi regionali che non sono molto importanti, riguardano la singola regione, ognuna può emanare leggi su materie prime, e può emanare solo leggi sul suo territorio ( fonti inferiori ).

Infine vi sono i regolamenti amministrativi emanati dalla pubblica istruzione e dal governo.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email