Dottrina

Deriva dal latino doctrina =insegnamento e si intende l'insieme delle interpretazioni che i giuristi (studiosi del diritto) fanno delle leggi o delle norme giuridiche. Tali interpretazioni, pur non obbligando nessuno ad accettarle come universali, sono un valido aiuto per giudici ed avvocati in quanto attraverso esse possono riflettere sul loro significato.

Giurisprudenza

Deriva dal latino iurisprudentia =scienza del diritto e si intende l'insieme delle sentenze adottate dai giudizi per risolvere le controversie tra consociati. Anche queste sono un valido aiuto per i giudici e avvocati: i giudici di grado inferiore, ad esempio, conoscendo le decisioni di grado superiore, si orientano su come decidere la lite; gli avvocati, a loro volta, basano le proprie linee difensive, tenendo conto anche delle decisioni dei giudici, nella speranza di vincere la causa.
A questo punto possiamo mettere a confronto i due principali sistemi giuridici contemporanei:
1. Civil law: è il sistema giuridico ispirato al diritto romano e come uniche fonti del diritto utilizza norme giuridiche (generali e astratte) create e che sono norme codificate (scritte in appositi codici). L'unica fonte del diritto è quindi la legge creata dal legislatore, i giuridici per risolvere le liti utilizzano solo tali fonti.
2. Common law: le uniche fonti del diritto utilizzate per risolvere le controversie sono le sentenze emesse dai giudici di grado superiore. In pratica della sentenza del giudice di secondo grado, seguendo la regola del precedente vincolante. L'unica fonte del diritto è quindi la sentenza del giudice.

Registrati via email