Erectus 499 punti

Cos’è il diritto

Il diritto è l’insieme delle regole comportamentali che disciplinano i rapporti in un gruppo e in un preciso momento storico.
Il diritto è composto da regole. La regola giuridica può consistere:
• nell’imposizione di un dato comportamento / azione (pagare le tasse, fare i compiti,...)
• nel divieto di un dato comportamento / azione (non rubare, non uccidere,..)
Senza le regole
La mancanza di regole porta al caos e così tra litigi e guerre non potremmo più convivere.
Se non ci fossero le regole non potremmo esercitare il diritto. È importante che si possa esercitare la mia libertà e le altre persone possono esercitare la propria, si crea così, grazie alle regole, una coesione tra persone.
Le regole servono a:
• prevenire i conflitti stabilendo limiti a ciascuno

• migliorare l’organizzazione della comunità che adotta stabilendo diritti e doveri di ciascuno
• tutelare quelli che la natura ha creato meno dotati
• tradurre in concreto i prinicipi di giustizia ed eguaglianza
“Poichè la verità e la giustizia sono le principali attività umane, esse non possono essere compromesse”, John Rawls ci sta dicendo che quando la verità e la giustizia vengono compromesse, non è più possibile la convivenza.
Nessuna regola può essere applicata senza il principio di eguaglianza (super principio)
Ecco due importanti articoli della costituzione Italiana:
• tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opnioni politiche, di condizioni personali e sociali
• è compito della Repubblica rimuovere ostacoli di ordine economico e sociale, che limitano di fatto la libertà e l’uguaglianza di cittadini, impedisce il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politca, economica e sociale del paese
Norme e principi
Le norme di diritto positivo sono quelle regole giuridiche di cui si dota una certa comunità in un dato momento storico. Possono essere modificate in ogni momento da norme di rango pari o superiore.
I principi hanno invece la caratteristica delle stabilità nel corso del tempo e mutano molto più lentamente. Inoltre sono più generali e servono da guida anche per l’interpretazione delle norme di diritto positivo.
Molte volte c’è distinzione tra diseguaglianza morale, derivata dalla società, che consiste in privilegi, diseguaglianza naturale, che riguarda unicamente le differenze fisiche.
La diversità è positiva, ma la diseguaglianza è negativa.
La gerarchia Kelseniana
Se riusciamo a vedere dei principi buoni dobbiamo scriverli.
Kelsen, ebreo fuggito durante la seconda guerra mondiale negli Stati Uniti, scrisse tante opere, la più importante è la piramide Kelseniana:
• Costituzione
• Norme del diritto dell’Unione Europea dotate di effetto diretto
• Leggi dello Stato e atti analoghi
• Norme regolamentari emanate dal governo delle Regioni, delle Province, ...
• Norme regolamentari emanate da altri soggetti della Pubblica Amministrazione
I diritti come i principi, non sono sempre affermati o protetti e vanno difesi.

Registrati via email