Diritti patrimoniali sono i diritti che hanno per oggetto un'utilità economica, derivante da uno sfruttamento di una cosa.
Il diritto di credito è un diritto relativo= rapporto tra due soggetti creditore e debitore. Il contratto fa sorgere le obbligazioni. Dal contratto sorgono delle obbligazioni, l'oggetto dell'obbligazione è un comportamento. l'utilità economica proviene da un comportamento, consegnare una cosa, pagare un prezzo.
 
Il diritto reale, fa riferimento alla parola res, cosa. Il diritto reale è caratterizzato dall'immediatezza, il titolare del diritto reale, trae utilità da una cosa, il rapporto è tra il titolare e la cosa. Il diritto di credito = relativo è un diritto mediato, passa attraverso un altro soggetto.
I diritti reali sono tipici, hanno una disciplina nel cc. Il concetto di tipicità significa che una fattispecie abbia una disciplina nel cc. I diritti reali sono tipici, non solo hanno una disciplina nel cc, ma ha una disciplina fissa, non posso discostarmi se non nei dettagli da quelli dettati dal legislatore. Nell'ambito dei contratti vige il principio dell'atipicità dei contratti. Es. contratto di leasing che non ha una disciplina dettagliata in nessuna legge. Non è possibile creare nuovi diritti reali, sono un numero chiuso, indicati dal cc. Il cittadino deve sapere a che obblighi è tenuto. Nel caso del contratto mi assumo delle obbligazioni perché spero di avere altri vantaggi, sono io arbitro di me stesso. Sono tipici e a numero chiuso. Il diritto reale è opponibile ai terzi, una volta che è sorto il diritto reale può esser fatto valere nei confronti di tutti. La pretesa è verso una generalità di consociati.

 
Art. 832cc , disporre significa alienare (vendere) questo bene. l'ordinamento (lo Stato) può imporre dei limiti a degli atti di disposizione del proprietario. Un bene culturale non può essere distrutto, può essere un bene privato, non sempre pubblico. Si può essere proprietari di rifiuti, chi cede il rifiuto pagherà, è un bene negativo, chi lo riceve si fa a carico di un'attività onerosa, lo smaltimento. L'attività di vendita di un rifiuto è conformata dall'ordinamento, l'ordinamento stabilisce i limiti.
 
Diritti reali minori
Divisi in diritti reali minori di godimento e di garanzia.
l'usufruttuario può godere del bene ma non modificarlo, né venderlo. È un diritto reale minore. Diritti reali di garanzia= la proprietà è anche a garanzia dei creditori, i diritti reali minori hanno l'unico scopo di garantire i creditori.
Diritto di ipoteca= diritto reale minore, solo scopo di tutela dei creditori. La banca creditore chiederà un'ipoteca sul bene. Se il debitore non paga, la banca può rivalersi su quel determinato bene. I diritti reali di garanzia sono l'ipoteca se il bene è mobile e il pegno se è un bene immobile.
La cosa è gravata da un'ipoteca, se non pago il mutuo, la banca può prendere la casa. Se vendo la casa è un immobile ipotecato, la banca può andare dal terzo e prendere l'immobile. L'ipoteca è opponibile ai terzi, l'ipoteca vale nei confronti di tutti. Il diritto reale è opponibile a terzi, ha riflessi anche nei confronti di altri soggetti. Il diritto reale segue la cosa, diritto di seguito = opponibilità nei confronti dei terzi. I terzi sono esterni al contratto debitore- creditore.
 
Il diritto di credito è un diritto relativo, riguarda due soggetti determinati, le pretese che sorgono possono essere fatte valere solo da chi le ha create. Rapporto obbligatorio o obbligazione, ovvero il rapporto tra creditore e debitore. Dal contratto sorgono le obbligazioni. Per il proprietario dell'immobile l'affitto è un credito, per l'inquilino un debito. La prima obbligazione del creditore è consegnare il bene, se il locatore si rifiuta di dare le chiavi il conduttore ha il diritto di ricevere le chiavi. Il rapporto tra debitore e creditore, entrambe le parti sono sia creditore che debitore.
 
Obbligazione ≠ prestazione
Obbligazione= rapporto tra debitore e creditore, un soggetto è creditore e l'altro soggetto è debitore. La prestazione è l'effettivo comportamento che ognuna delle due parti deve seguire.
Prestazione= comportamento del debitore.
 
Diritti reali ≠ di credito
Reale = immediatezza
Cooperazione tra creditore e debitore, l'interesse del creditore soddisfatto dal debitore. Ho bisogno della cooperazione. C'è un generale dovere di facilitare il rapporto, dovere di eseguire la mia prestazione secondo buonafede. La prestazione è il comportamento del debitore, comportamento che può essere di due tipi, fare o dare, si distinguono in prestazione di dare e di fare, dare= consegna, prestazione di fare è per esempio un contratto che fa l'avvocato, negoziazione per il cliente, rappresentazione del cliente, sono obbligazioni di fare tutte quelle che riguardano una professione. Quando considero una prestazione adempiuta ovvero soddisfatta è molto diverso per le prestazioni di fare o di dare.
Rapporti tra imprese, possono riguarda un non fare, esempio concorrenza, ho un dovere di segretezza, è una prestazione che ha come oggetto un non fare. L'avvocato ha un dovere di segretezza.
Il diritto di credito si caratterizza che tramite il diritto di credito sorge un diritto obbligatorio. Il contratto è fonte di obbligazioni. Art. 2043, chi cagiona un danno ingiusto deve pagare il risarcimento del danno. Se causo un danno ingiusto, non ha giustificazione, ha leso il diritto di proprietà di un altro soggetto senza giustificazione. Fonte di risarcimento del danno. Le obbligazioni derivano da:
• contratto
• Fatto illecito
• Ogni altro atto o fatto idoneo a produrle in conformità dell'ordinamento giuridico.
Le obbligazioni sono disciplinate nel libo 4 del cc.
 
Patrimonialità della prestazione
La fonte dell'obbligazione è il contratto, l'atto illecito. Le norme dettate dalla prima parte del libro 4 del cc, ci danno indicazione riguardo le prestazioni contrattuali. Il diritto di credito è patrimoniale. Art. 1174 del cc, la prestazione è suscettibile di una valutazione economica, deve avere un contenuto patrimoniale. Il creditore che ha ingaggiato l'orchestra ha un carattere patrimoniale, è suscettibile a una valutazione e quantificazione economica, il comportamento del debitore è una prestazione suscettibile a valutazione economica. Il secondo caso del testimone non ha carattere patrimoniale, non sorgeranno delle pretese, non sorgono delle obbligazioni, delle pretese tutelabili dall'ordinamento, il fare da testimone non ha nessuna valutazione economica, problema di patrimonialità, anche l'idea dello scambio urta la morale, può essere considerato illecito, urta la morale che un soggetto si impegni a fare da testimone per contratto. Il contratto è nullo. Il comportamento del debitore non può avere nessuna valutazione economica.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email