Bannato 1011 punti

Contratto con obbligazioni a carico del solo proponente  l’art. 1333 stabilisce che: "la proposta di concludere un contratto da cui derivino obbligazioni solo a carico del proponente si considera irrevocabile non appena giunge a conoscenza del destinatario “
Questo contratto è anche detto contratto unilaterale: l’unilateralità si riferisce non al numero delle parti,ma alla circostanza che la prestazione è a carico di una sola di esse(del solo proponente).
Ci occupiamo di questo tipo di contratto perché contiene il riferimento alla proposta irrevocabile;
Difatti la proposta è irrevocabile anche in assenza di un termine ma sicuramente la parte più interessante dell'ipotesi dell'art. 1333 è quella contenuta nel secondo comma, secondo cui
 il destinatario può rifiutare la proposta nel termine richiesto dalla natura dell'affare o dagli usi, ma nel caso in cui non ci sia questo rifiuto il contratto è concluso (quindi il contratto si reputa concluso se l’accettante(l’oblato) non rifiuti nel termine richiesto dalla natura).

È uno dei casi in cui la legge dà valore al silenzio, equiparandolo a accettazione contrattuale.
Contratto con sé stesso o auto contratto
Se prima abbiamo citato il contratto con obbligazioni a carico del solo proponente,contratto unilaterale,il contratto con sé stesso o l’autocontratto è sicuramente bilaterale,perché il regolamento di interessi è riferito a due parti,al rappresentante e al rappresento.
La figura del contratto con se stesso concreta un'ipotesi specifica del conflitto d'interessi: un unico soggetto svolge contemporaneamente il ruolo di due parti.
Può trattarsi di un individuo che rappresenta contemporaneamente sia il compratore, sia il venditore; in questo senso, è ben possibile che in capo al rappresentante si cumulino le figure di entrambe le parti, le quali tuttavia continuano a rimanere se non fisicamente, comunque giuridicamente distinte.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email