Ominide 75 punti

Contratto individuale di lavoro

Il contratto individuale di lavoro e' stipulato da un datore di lavoro (che puo' essere una persona fisica, giuridica o ente dotato di suggettivita') e un lavoratore. Il contratto di lavoro si costituisce attraverso il consenso delle due parti ed e' un accordo. Perche' un contratto sia valido e' necessario che il prestatore di lavoro abbia raggiunto l'età minima per l'ammissione che, dal 1 Gennaio 2007 e' stata elevata al 16° anno di eta' (in precedenza, era necessario avere 15 anni tranne che per le attivita' agricole in cui erano sufficienti i 14 anni, mentre per certi lavori pesanti o pericolosi erano necessari i 16 anni). La causa tipica del contratto di lavoro e' lo scambio tra il lavoro (intellettuale o manuale) e la retribuzione. Il datore di lavoro oggi e' anche OBBLIGATO a fornire un'ambiente di lavoro sicuro (art. 2087 del C.C. e decreto legislativo (DLGS) 81/08 ).

Il contratto puo' anche essere concluso oralmente, tuttavia in alcuni casi e' imposta per legge la forma scritta (es.: contratto di lavoro a tempo determinato o patto di prova).
Il contratto inoltre deve riportare le generalita' del datore di lavoro e del lavoratore, la durata delle ferie, la periodicita' della retribuzione, il termine di preavviso per il licenziamento e la durata normale giornagliera o settimanale del lavoro, oppure copia del contratto.
L'articolo 37 della Costituzione, pone il divieto di discriminazione retributiva nei confronti di lavoratrici donne e lavoratori minori, stabilendo che, a parita' di lavoro, spetti a questi soggetti la medesima retribuzione dei lavoratori adulti di sesso maschile.

Registrati via email