Sapiens 3012 punti

Contratti per la produzione di beni e la prestazione di servizi

I contratti per la produzione di beni e la prestazione di servizi sono:

- l'appalto,
- il trasporto,
- la spedizione,
- il deposito.

L'appalto è il contratto con il quale l'appaltatore si obbliga verso l'appaltante a compiere un opera o un servizio dietro un corrispettivo di un prezzo, con l'organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio.
L'appalto può avere per oggetto il compimento di un opera, come ad esempio la costruzione di un edificio, o la prestazione di un servizio, come ad esempio la pulizia degli edifici.
Dall'appalto si distingue il contratto d'opera. Le principali differenze sono che l'appalto è il contratto dei medio-grandi imprenditori che organizzano il lavoro altrui, mentre il contratto d'opera è il contratto dei piccoli imprenditori come gli artigiani che lavorano in modo autonomo.

Il prezzo dell'appalto viene pattuito comunemente tra le parti, in caso contrario vengono applicate le tariffe comuni o in alternativa il prezzo viene deciso dal giudice mediante una sentenza.

Il trasporto è il contratto con il quale il vettore si obbliga a trasportare persone o cose da un luogo ad un altro, dietro un corrispettivo di un prezzo.
Nel trasporto di persone le parti del contratto sono il vettore e il viaggiatore, mente, nel trasporto di cose le parti del contratto sono il vettore e il mittente.
Nel trasporto di persone il vettore risponde di sinistri, ritardi e inadempimenti, salvo se non prova di aver adottato tutte le misure idonee per evitare il danno.
Nel trasporto di cose il vettore è responsabile di furti, danneggiamenti e avaria delle cose trasportate, salvo se non prova che ciò è dovuto ad un evento specifico a lui non imputabile.
I documenti del trasporto di cose cono la lettura di vetture emessa dal mittente e il duplicato della lettera di vettura con la ricevuta di carico emessa dal vettore.

La spedizione è una sottospecie del mandato senza rappresentanza. Lo spedizioniere si obbliga a concludere il contratto di trasporto, dietro un corrispettivo di un prezzo che viene pattuito tra le parti.

Il deposito è il contratto con il quale il depositario riceve dal depositante una cosa mobile con l'obbligo di custodirla e di restituirla.
Il depositario deve custodire la cosa con la diligenza del buon padre di famiglia.
Il deposito inoltre può essere sia a titolo oneroso che a titolo gratuito.
Nel deposito in albergo, l'albergatore è responsabile di tutto ciò che il cliente introduce nell'albergo, tuttavia questa responsabilità è limitata a una certa somma, pari a cento volte il prezzo dell'albergo per una giornata.

Nel deposito nei magazzini generali, l'imprenditore deposita le merci. I magazzini generali rilasciano a richiesta del depositante, titoli di credito rappresentativi delle merci depositate. Questi titoli di credito sono la fede di deposito e la nota di pegno.
La fede di deposito è un documento che ha la funzione di incrementare e facilitare la circolazione delle merci depositate.
La nota di pegno è un documento rappresentativo delle merci, che se staccato fede di deposito attribuisce al suo possessore il diritto al pagamento.

Registrati via email