Ominide 6600 punti

Le Città metropolitane

L'istituzione della Città metropolitana

La legislazione ordinaria ha disciplinato per la prima volta la Città metropolitana con la legge n. 142/1990, prevedendone la creazione intorno ad alcuni capoluoghi di Regione: Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari e Napoli.
In quelle aree la Provincia si configura come autorità metropolitana, ente a elezione diretta cui si applicano le norme relative alle Province, comprese quelle elettorali, fino all'emanazione di nuove norme. Tuttavia, sebbene lo stesso TUEL abbia disposto le procedure necessarie alla loro attivazione e la Costituzione li citi esplicitamente all'art. 114, questi enti non sono ancora operativi.


Gli sviluppi recenti

Con l'approvazione della legge n. 42/2009 sul federalismo fiscale, si sono poste le basi perché il Governo emani i decreti legislativi necessari all'effettiva istituzione di questi enti, fra cui si include anche Reggio Calabria. In base alla legge n. 42/2009, alla nascita delle Città metropolitane le Province di riferimento cesseranno di esistere, insieme ai relativi organi.

Un ordinamento separato e disciplinato con legge è riservato a Roma capitale, un ente territoriale i cui confini sono quelli dell'attuale Comune di Roma, con speciale autonomia statutaria, amministrativa e finanziaria, nei limiti stabiliti dalla Costituzione.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email