Nanako di Nanako
Ominide 50 punti

Art.3 della costituzione

articolo 3 della Costituzione italiana

Ecco che cosa enuncia l'articolo 3 della costituzione:

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitando di fatto eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all organizzazione politica, economica e sociale del paese."

Commento articolo 3

Il primo comma dell'art. 3 costituzione sancisce il principio di eguaglianza formale in base al quale tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. Non esistono più distinzioni in base al titolo nobiliare, al grado o all'appartenenza ad una classe sociale.

Lo stato non deve quindi effettuare discriminazioni tra i cittadini.

Il secondo comma dell'art. 3 Costituzione sancisce il principio di eguaglianza sostanziale in base al quale lo stato deve operare delle discriminazioni giustificate dall'esigenza di sostenere e aiutare altre persone svantaggiate per condizioni di salute, sociali, economiche, ecc...
Pensa ad esempio agli intervenuti dello Stato a favore di quelle famiglie che non hanno possibilità di accedere all'acquisto della prima casa oppure alle leggi a favore delle persone portatrice di handicap (legge 104/92) che favoriscono l'inserimento del soggetto al lavoro e lo tutelano con integrazioni economiche o con il blocco della mobilità.

Registrati via email