Genius 4929 punti

IL FALLIMENTO

È una procedura giudiziaria con la quale il debitore viene spossessato di tutti i suoi beni per soddisfare i creditori.
È una procedura concorsuale diretta a liquidare il patrimonio dell’imprenditore insolvente al fine di pagare i creditori con il ricavato.
Secondo il regio decreto del 16 marzo 1942 n 267 si dichiara che l’imprenditore che si trova in stato di insolvenza è dichiarato fallito.
Lo stato di insolvenza lo si manifesta con inadempimenti o altri fatti che ne dimostrano l’incapacità del debitore a far fronte alle proprie obbligazioni.
È pertanto quella del fallimento una disciplina commerciale.

Sono soggetti al fallimento:
1) Concordato preventivo
2) Gli imprenditori che svolgono attività commerciali esclusi gli enti pubblici
3) I piccoli imprenditori

Gli enti pubblici non sn soggetti al fallimento ma alla liquidazione coatta amministrativa.

Il presupposto soggettivo:L'Imprenditore
È colui che svolge professionalmente un’attività economica organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni e servizi.

L’imprenditore può essere:
1)commerciale
2)agricolo

Presupposto oggettivo:l'Insolvenza
È l’impossibilità dell’imprenditore ad essere puntuali nel soddisfacimento delle obbligazioni.

Organi del fallimento:
1)tribunale fallimentare
2)corte di cessazione

Registrati via email