sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-III Canto del Purgatorio-


Nel III Canto Dante inizia ad incontrare le prime Anime Purganti.
Il Canto è divisibile in tre parti:

_Nella Prima Parte Dante riprende il cammino verso il Monte ed effettua una digressione Fisico-Astronomica;
_Nella Seconda Parte incontra gli Scomunicati;
_Nella Terza Parte incontra Manfredi di Svevia.

Dante si ferma con meno Anime del Purgatorio, rispetto a quelle dell’Inferno.

Gli Scomunicati sono la prima categoria di Anime Purganti, che vengono collocate da Dante su una spiaggia esterna al Monte del Purgatorio; Dante sceglie questo luogo per posizionarli, poiché lo Scomunicato era colui che si era allontanato dalla Chiesa Romana; essi devono stare in questa spiaggia trenta volte quanti anni sono stati scomunicati; quella parte di Anime che non si era pentita della scomunica subita, finiva nell’Inferno.
Questo peccato è il più grave tra tutti quelli trovabili nel Purgatorio.

Degli Scomunicati, Dante incontra Manfredi di Svevia, figlio di Federico II di Svevia, il quale fu un condottiero e gran uomo di cultura, che fu citato da Dante stesso anche nel “De Vulgari Eloquentia”.

Manfredi aveva proseguito l’idea del padre di far circondare la propria Corte di uomini di culture diverse. I Territori di prorpietà di Manfredi erano nel Sud Italia e confinavano con quelli dello Stato della Chiesa, il cui unico confine erano i due fiumi Liri e Garigliano.
Manfredi venne scomunicato dalla Chiesa, poiché prese sotto il suo potere alcuni Feudi e Castelli di proprietà della Chiesa; dunque il Papa si sentiva tradito dal suo legame con l’Imperatore, tanto che quando venne ucciso nella Battaglia di Benevento (1266) e seppellito, egli mandò dei soldati per far diseppellire il corpo per poi farlo buttare in un torrente; i soldati inviati dal Papa non erano quelli Pontifici, ma Francesi, cosi ché l’Esercito Pontificio evitasse di macchiarsi del peccato di Vilipendio di cadavere.
Dante, inserendo Manfredi nel Purgatorio, vuole anche condannare il Papa Innocenzo IV, che si era comportato verso Manfredi in modo brutale e vile, poiché si era appropriato del potere di far terminare una vita di una persona.

Hai bisogno di aiuto in Purgatorio?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email