Ominide 50 punti

Divina Commedia: I canto Paradiso

Il primo canto, come d’altronde il primo di ogni cantica, ha la funzione proemiale cioè introduce la materia da trattare. Rispetto all’Inferno e al Purgatorio in cui comparivano le sole Muse ispiratrici, nel Paradiso, esse vengono affiancate da Apollo, dio della poesia. Si tratta di un’aggiunta necessaria in vista dell’argomento più complesso e sublime, quale è il Paradiso. Apollo diviene il simbolo della gloria poetica, su cui Dante fa una polemica piuttosto amara: infatti, nonostante chieda aiuto alla divinità affinché lo sostenga nel suo compito, lo esorta allo stesso modo ad essere benevolo con lui perché è raro ormai che gli uomini si dilettino con la poesia Invocazione sui generis.Per rendere più efficace l’invocazione, Dante attinge al patrimonio classico, in particolare alle Metamorfosi di Ovidio rievoca la sfida lanciata dal satiro Marzia che, credendo di poter competere per il suo lodevole canto, con Apollo pagherà la sua superbia e insolenza con la “scuoiatura” (richiama un episodio analogo al 1°canto del Purgatorio). Dante con questo episodio intende rendere l’uomo consapevole della sua condizione, cioè in una posizionedi inferiorità rispetto a Dio.

Amore = Beatrice è amore, sia umano che divino → il matrimonio è un sacramento
Riferimenti astronomici = L’intellettuale medioevale possiede una cultura enciclopedica, conoscitrice delle realtà universali – disciplinari. La letteratura, infatti, è per Dante tecnica e precisione. Il momento in cui compie il viaggio è propizio perché le stelle sono nella costellazione dell’Ariete → costellazione, in cui secondo la concezione medievale sarebbe stato creato il mondo. Inoltre, mentre il cammino del purgatorio è cominciato all’alba, quello del Paradiso comincia, invece a mezzogiorno, momento del giorno caratterizzato dalla massima luminosità. Beatrice, guarda il sole quasi ipnotizzata mentre Dante solo per un breve lasso di tempio, comunque maggiore rispetto al mondo terrestre metafora indicante il Paradiso quale vera patria dell’uomo.

Registrati via email