Ominide 1828 punti

Canto 10 - Inferno

Il tutto si svolge nella notte del sabato santo (cioè il 9 aprile del 1300). Ci troviamo nel sesto cerchio dell'Inferno dove incontriamo gli eretici. Quale pena devono scontare? Sono costretti a stare in sepolcri che prendono fuoco, e ciò li fa urlare. Incontriamo diversi personaggi tra cui i Guelfi e i Ghibellini, Epicuro, Cavalcante e Farinata Degli Uberti.
Gli epicurei erano coloro che non credevano nell'immortalità dell'anima.
In questo canto Farinata che era un ghibellino, predice a Dante il suo esilio, e lo descrive come un evento doloroso.
I guelfi e i ghibellini erano due schieramenti politici che nel dodicesimo secolo si scontravano in Germania per la nomina dell'imperatore. Questa lotta finisce solo nel 1152 quando viene eletto Federico I di Svevia, detto anche Barbarossa.
A partire dal tredicesimo secolo i guelfi e i ghibellini erano i sostenitori del papato e i sostenitori della supremazia dell'impero.

Inoltre a Firenze ci fu un'ulteriore differenziazione perché i guelfi a loro volta si divisero in guelfi bianchi e guelfi neri. Di Epicuro possiamo dire che aveva una concezione materialistica dell'universo nel senso che riteneva che ogni cosa esistente fosse il risultato dell'unione di atomi. Inoltre riteneva che l'universo fosse mortale, perché ogni cosa è soggetta alla nascita con l'aggregazione degli atomi, e alla morte con la disgregazione degli atomi.
Egli è comunemente considerato un eretico.

Registrati via email