blakman di blakman
VIP 9176 punti
Testo:
'Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.
Giustizia mosse il mio alto fattore;
fecemi la divina podestate,
la somma sapïenza e 'l primo amore.
Dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate'.
Queste parole di colore oscuro
vid'ïo scritte al sommo d'una porta;(...)

Dante si incammina guidato da Virgilio, quand'ecco pararsi davanti a loro una porta sormontata da una scritta terrificante "lasciate ogne speranza, voi ch'intrate": è la porta dell'Inferno e Virgilio, per infondere coraggio a Dante, lo prende per mano e lo introduce nel mondo delle tenebre eterne, sconosciuto ad ogni essere vivente. Inizia così il viaggio di Dante attraverso il regno del paccato. I due arrivano sulla riva dell'Acheronte, il fiume che le anime devono attraversare per iniziare la discesa verso i cerchi dell'Inferno cui sono destinate, quando vedono avanzare verso di loro una barca guidata dal terribile Caronte, il demonio traghettatore delle anime dannate.
Hai bisogno di aiuto in Divina Commedia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email