Ominide 4479 punti

Nel 1294 Dante concluse Vita Nova e qualche anno dopo iniziò a scrivere il Convivio la cui stesura non fu portata a termine,probabilmente per lasciare spazio all'inizio del progetto della Commedia. In essa è presente il ritorno poetico e umano di Dante alla figura di Beatrice,donna ardentemente amata. Ella va infatti a sostituire il ruolo i guida di Virgilio,solo attraverso il paradiso. Dante iniziò la composizione probabilmente nei primi anni dell'esilio,le date indicateda Giorgio Petrocchi sono le seguenti:
-1304-1308 =inferno
-1309-1312=purgatorio
-1316-1321=paradiso
La divina commedia è inoltre un poema in cui viene narrata la storia(fictio) di un viaggio che ha significato sia letterario che allegorico. Letterario in quanto esprime la condizione delle anime dopo la morte e allegorico i quanto descrive il percorso di purificazione morale e religioso che ogni uomo deve compiere per ottenere la salvezza eterna. Dante è se stesso ma allo stesso tempo ogni individuo. Questo poema è unico,poichè l'autore descrive mondi ultraterreni,delineando personaggi realmente vissuti in quell'epoca rispettando una perfetta armonia data da varie simmetrie simboliche realizzate a livello macrotestuale e micro o intratestuale. La divina commedia riproduce l'ordinamento del cosmo tolemaico secondo cui la terra era al centro dell'universo ed era circondata dalle sfere dei nove cieli.

Hai bisogno di aiuto in Divina Commedia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email