IPPLALA di IPPLALA
Mito 101142 punti

Confronto dei canti politici della divina commedia

1.Invettiva contro Firenze (Inferno, VI)
Dante incontra Ciacco
Descrizione della situazione specifica della città legata all’esperienza personale di Dante. Profezia di Ciacco su Firenze contenente il primo accenno sdegnoso a Bonifacio VIII : cacciata dei Neri e ritorno del Papa.

2.Invettiva contro l’Italia (Purgatorio, VI)
Dante incontra Sordello da Mantua.
L’Italia non è più signora di province ma luogo di vizi ; afferma inoltre l’inutilità delle leggi di Giustiniano. Giudizio negativo su Alberto I d’Austria, il cui abbandono dell’Italia causa i contrasti all’interno delle città. Avvenuta maturazione del pensiero di Dante : allargamento degli orizzonti storici.

3.Invettiva contro l’Impero (Paradiso, VI)
Dante incontra Giustiniano

Guelfi e Ghibellini lacerano il grande tessuto unitario della vita morale e sociale, e pretendono di farsi interpreti della Chiesa e dell’Impero, ma nel momento in cui si contrappongono li fanno decadere nella loro funzione che è universalistica. Giustiniano è il simbolo dell’autorità che interviene con le leggi a conservare la comunità degli uomini.

Registrati via email