Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Inferno - Amor, ch'a nullo amato amar perdona - Paolo e Francesca

Spiegazione dei versi, ideale per mega bigliettini antisgamo

E io lo dico a Skuola.net
...Amor, ch'al cor gentil ratto s'apprende,
prese costui de la bella persona
che mi fu tolta; e 'l modo ancor m'offende.
Amor, ch'a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m'abbandona.
Amor condusse noi ad una morte:
Caina attende chi a vita ci spense».


Dante e Virgilio sono giunti nel secondo cerchio dell'Inferno dove sono puniti i lussuriosi, ovvero coloro che in vita si fecero travolgere da illecite passione amorose. Le anime dei dannati sono trascinate da una violenta bufera che li fa soffrire profondamente: in tal modo li punisce la giustizia divina, con perfetta corrispondenza alle loro colpe: come in vita essi si lasciarono travolgere dalla loro passione, cosi per l'eternita saranno travolti dalla tempesta infernale che li trascina di qua e di la,di su e di giu,senza mai un attimo di tregua. Tra le anime in balia del vento impetuoso, affanate e piangenti, Dante ne scorge due, Paola e Francesca, che si distinguono dalle altre perche strette l'una all'altra nel turbine infernale che non riesce a separarle; cosi, quando la bufera le sospinge piu vicino, le prega di avvicinarsi a parlare con loro.
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare